Vivere la vita, anche se significa più dolore

Salute E Medicina Video: Vasco Rossi - Quante Volte (Novembre 2018).

Anonim

Ricorda quando eravamo bambini e abbiamo giocato a un gioco da tavolo? Vediamo. Ti scambierò una settimana infelice per un giorno di divertimento in famiglia, buon cibo e più piacere di quello che puoi misurare. Sei pronto per farlo? Ora che sei cresciuto, la decisione spetta a te. Cosa ne pensi?

Quando vivi con il dolore cronico e la malattia cronica, prendi costantemente queste decisioni. Con ogni decisione c'è un prezzo da pagare. A volte è un affare, di solito no. Sempre, tuttavia, quando prendi una decisione, finirai per vivere con i risultati sul tuo corpo, da qualche parte, a seconda del tuo problema. Anche l'affaticamento acuto è una cosa certa da aspettarsi. Trovo che durante le vacanze ci siano molte decisioni simili da prendere. Ci vuole un grande sforzo per cercare di essere normale. Amo la festa delle festività natalizie e mi lamento di qualsiasi cosa, o di chiunque lo rovini. Il più delle volte, sfortunatamente, quella persona sono io.

Il Ringraziamento è stato meraviglioso. È stato estenuante perché l'abbiamo avuto a casa nostra quest'anno. È stata una mia scelta Mi piace cucinare e mi è piaciuto quasi tutto ma ho dovuto trattenermi per riposare molto, cucinare un po ', riposare molto, ecc. È una grande spinta, cucinare la cena del Ringraziamento. Ho imparato negli anni a convivere con "questa cosa" per pianificare in anticipo, così mi sono tagliato, pulito e mescolato il più possibile prima dell'evento. Ho avuto l'aiuto di una mia cara amica e di mia figlia, Beth, che è venuta per aiutarmi con l'aspirapolvere dell'ultimo minuto, ecc. Hanno cucinato anche loro, ma la maggior parte dei piatti caldi proveniva dalla nostra cucina.

Uno dei fattori più esasperanti di tutto questo scenario di "vivere con dolore" è la parte "perdente". Se prendi troppe pillole per il dolore, allora ti comporti come un idiota o sei troppo drogato per essere te stesso. Non mi piace quella sensazione di perdita di controllo, quindi di solito scelgo di meno invece che di più. Se non prendi un certo numero di antidolorifici, come è il caso con me, vai troppo lontano, fai troppo, poi finisci in lacrime. Trovo anche i miei processi mentali più confusi dal dolore, nel mio caso nel mio "tush", schiena, gambe e caviglie e finisco per fare cose stupide.

Per esempio, stavo andando ad aggiungere polpette svedesi al menu perché mio marito aveva abbastanza tacchino nell'esercito per durare una vita e in realtà non assapora quel particolare pollo. Mercoledì pomeriggio ho mescolato il contenuto della ricetta, il pangrattato, le erbe fresche, due tipi di carne, uova, ecc. C'era una ciotola enorme del mix, pronta per essere modellata in polpette il mattino seguente. Jim portò a casa una pizza per cena, la mangiammo di sopra sul nostro letto che non è affatto insolito con il mio rovescio della schiena. Mangio spesso mentre sono sdraiato e mercoledì sera, non sono più tornato in cucina. La mattina dopo, c'era il mix di polpette, seduto sul bancone.

Confesso, l'ho perso. Il mio primo crollo del giorno. L'ho scaricato perché non ero ansioso che i nostri ospiti potessero festeggiare con e.coli, salmonella o altri batteri che potrebbero esserci in agguato lì. La mattina è progredita, mi sono sbiadito, con la mia solita tachicardia e mancanza di respiro, quando mi sono spinto ancora sono stato travolto dal piacere delle candele, dei fiori freschi e di tutto lo spirito delle feste. L'adrenalina delle vacanze mi stava aiutando a pompare nelle mie vene. Ho raggiunto il frigorifero per estrarre la salsiccia che avevo imburrato il giorno prima per uno dei due ripieni e il coperchio è volato via dal contenitore e metà della salsiccia cotta è volata sul pavimento. Con due cani che si sentivano come se avessero appena vinto la lotteria, ho sbattuto uno di loro fuori dalla porta, ringhiando tutto il tempo (il cane, non io.) Sono entrambi terrier e tendono a trarre sangue quando c'è cibo sparsi per sul pavimento. Lasciai che il primo ne mangiasse un po ', perché non sarebbe stato mangiato da noi e io ero troppo occupato per piegarlo e spazzarlo via. Poi l'ho chiusa fuori e ho lasciato mangiare l'altro. Era assolutamente certo che fosse morto e andato in paradiso. Ho pensato che stavo dando gli ultimi ritocchi a cena, prendendo gli ultimi piatti nel forno, quando la piccola femmina, che sembra essere un Jack Russell e credo sia probabilmente più intelligente di me, ha iniziato a lamentarsi ad alta voce. Aveva il suo piccolo sedere in aria e stava guardando sotto la credenza che si trovava vicino al sito di sversamento della salsiccia. Vide e / o odorò più salsicce sotto questo pesante pezzo di arredamento. La gente stava arrivando. Ero quasi catatonico dalla fatica. Il cane continuava a piagnucolare.

La conosco e sapevo che non si sarebbe mai fermata. È ossessiva nel suo comportamento, quindi ho preso un metro e ho fatto la vecchia routine "spazzare via qualsiasi cosa sia sotto la hutch". Palline di pelo, pezzi di salsiccia cotta, crocchette e altri pezzi della nostra vita sono venuti fuori.

La morale di questa storia è, non importa quanto tu pianifichi e lavori per creare una meravigliosa cena per le vacanze e un'atmosfera frizzante e pulita, quando arrivano i tuoi ospiti potresti essere in ginocchio in cucina con tutti i tipi di rifiuti che volano su tutta la cucina pavimento. Sono molto impressionante, ne sono sicuro.

La cena è stata piacevole. Visitare con la famiglia è stato meraviglioso. La mia dolce sposa è entrata in cucina e ha lavato tutta la buona porcellana mentre noi "ragazze" ci siamo asciugati. Siamo andati da mia figlia e mio genero per dessert, così i nipoti potrebbero svanire nella loro casa e prepararsi per andare a letto. A quel tempo, ero troppo stanco per masticare o ingoiare qualsiasi cosa. La mattina dopo non potevo camminare al piano di sotto per le mie medicine e quella tazza di caffè mi permetto, fino alle 11:00 circa. Mi sentivo come se fossi caduto da un edificio molto alto, con tutte le articolazioni in fiamme. Ho zoppicando per altri due giorni e mi sto ancora riprendendo. Dovevo farlo? No. Lo farei di nuovo? Sì.

Per me, come per molti di voi, la vita è così. È una serie di decisioni mentre ci chiediamo, posso fare questo? Ne vale la pena? Sono disposto a pagare il prezzo della fatica, del dolore e della sofferenza? Solo tu puoi decidere cosa è giusto per te e solo io posso decidere quale prezzo sono disposto a pagare mentre mi trascino attraverso la vita. Un giorno, una sfida, una miseria alla volta. La ricerca della gioia e dei ricordi meravigliosi diventa più importante per me quando invecchio. Se annullo tutte le attività, questa è anche una scelta, ma è quella giusta? Non posso semplicemente starmene in giro tutto il tempo. Sta vivendo? Non per me. Se ho un colpo alla vita e devo farlo in uno stato compromesso, che scelta ho? Adattare. Regolare. Piano. Goditi e pagalo in seguito. Almeno ho ricordi piacevoli mentre mi sto riprendendo ed era un'altra cosa che non dovevo sacrificare a questo dio della miseria che è venuto a vivere con me tanti anni fa. Ora va avanti e verso l'alto fino a Natale. Deve riposare per quello. Penso di aver già sentito le jingle bells.

Vivere la vita, anche se significa più dolore
Categoria Di Problemi Medici: Suggerimenti