Perdita di memoria e una vita con dolore cronico: seconda parte

Salute E Medicina Video: 8 sintomi dello stress visivo (Novembre 2018).

Anonim

Nell'ultimo blog, abbiamo condiviso i problemi della fatica e il suo contributo alla perdita di memoria. Oggi vorrei affrontare altre aree della nostra vita con dolore cronico che può portare alla perdita di memoria.

Perdere la salute è una cosa, ma darla via è un'altra cosa.

È stato dimostrato che tutti abbiamo bisogno di stimoli per mantenere il nostro cervello attivo e affilato. Troppe persone che vivono con dolore cronico rinunciano e cedono. So che è difficile salire su quella collina ogni giorno, ma non hai scelta. È una diapositiva verso il basso se non si sale. Affrontiamolo. Viviamo su un pendio scivoloso sia fisicamente che mentalmente.

Ho avuto un parente anziano che ha abbandonato la sua bella casa mobile a doppia larghezza. Ha venduto i suoi oggetti d'antiquariato e ha dato via il resto delle sue cose tranne alcune cose essenziali e si è trasferito in un piccolo appartamento di pensionamento. Ha perso l'indipendenza che pensavo avesse sempre amato. Il suo minuscolo appartamento diventava una caverna senza luce, le tende tirate mentre lei si ritirava dalla vita. Ha smesso di andare alle cene della comunità nel suo complesso, perché non voleva andare da loro. Era solo parzialmente da ragioni fisiche. Aveva un elegante girello blu con le ruote, ma si voltò in una spirale discendente di . All'inizio ha apprezzato l'attenzione che ha ricevuto dai suoi vicini quando non si sentiva bene. A poco a poco, però, è diventata isolata perché i suoi vicini e la sua famiglia l'hanno trovata così difficile da aggirare. La vita è diventata una "seduta" mentre la sua vita si è seduta sulla sedia con la TV come unico compagno. I suoi muscoli si atrofizzarono mentre declinavano insieme ai suoi processi mentali. e la mancanza di attività le hanno rubato la vita. Ogni volta che qualcuno della sua famiglia parlava di consulenza o terapia, lei si infuriò dicendo: "Non trattarmi come se fossi pazza".

La sua vita sociale si dissolse mentre altri la evitavano a causa delle continue lamentele. Quando ho cercato di aiutarla dicendole cosa stava facendo a se stessa, lei si è voltata verso di me e mi ha definito insensibile e indifferente. La sua convinzione era che io ero più giovane e non potevo capire come si sentiva, né potevo capire quanto dolore provasse. Era tragico vederla scivolare mentre la sua vita finiva in una casa di convalescenza dove raramente muoveva il suo corpo, allontanò gli altri con la sua negatività e alla fine divenne un incubo. Spesso cadeva, sviluppava una cattiva circolazione, e un senso di imminente rovina in cui pregava di morire. Mi spezza ancora il cuore quando penso a lei perché era mia madre.

Ci sono cose che puoi fare per tenere tutte le biglie nella borsa, i remi nell'acqua e la maggior parte delle tue cellule cerebrali.

Lo studio della suora, che richiederà anni, ha rivelato alcuni risultati molto interessanti. Uno di questi è che quelle suore che usano la parola scritta, scrivendo memorie e lettere, hanno una minore incidenza di malattia. Altri studi indicano che la necessità di stimolazione è di primaria importanza. Tutti noi che siamo attivi o attivi quanto possiamo essere, sia fisicamente che mentalmente, tendiamo a fare meglio. Si suggerisce che tutti noi trarremo vantaggio eseguendo vecchie attività in un modo nuovo, come usare la mano sinistra per fare un atto in cui normalmente useresti il ​​tuo diritto. I cruciverba sono raccomandati, oltre a leggere, giocare e lavorare con le mani. La stimolazione esterna è vitale, come avere una conversazione con un amico. La vecchia espressione logora, "usalo o perdilo" è altrettanto vero per la mente quanto il corpo.

In alcuni studi, la vitamina E ha dimostrato di migliorare l'attività cerebrale, in particolare quando una dose è di almeno 400 UI. Le buone fonti di cibo per la vitamina E includono la maggior parte dei cereali, soia e noci. Un'altra erba che viene studiata è gingko biloba, ma attenzione se sei su un anticoagulante perché questa erba assottiglia il sangue. Apparentemente, si ritiene che migliori la circolazione al cervello. I radicali liberi (aria cattiva, sostanze chimiche nel nostro cibo, ecc.), Così abbondanti nella nostra società, danneggiano il cervello, quindi è urgente l'uso di importanti antiossidanti. Questi includono da 1.000 a 2.000 mg di vitamina C, 25.000 UI di beta carotene, 400-800 UI di vitamina E naturale e selenio.

Personalmente ho trovato un beneficio in CoQ10, che è una vitamina B isolata. Ho molta meno angina quando la prendo così so che aiuta a trasportare l'ossigeno al cuore, quindi perché non il cervello? Alcuni studi hanno indicato che l'uso regolare dei FANS rallenta anche il declino mentale. Dal momento che molti di noi sono affetti da FANS per dolori articolari, questa è una buona notizia. Le vitamine B sono state anche implicate nel mantenere una buona funzione cognitiva. Il Journal of American Medical Association ha pubblicato uno studio su 80.000 donne che ha scoperto che coloro che consumavano quantità maggiori di acido folico e B6, dagli integratori o dal cibo, avevano la metà delle probabilità di soffrire di malattie cardiache rispetto a quelle che non includevano quelle particolari B vitamina nella loro dieta. Il modo più sicuro per risolvere questo problema è prendere un complesso B che includa almeno 400 MCG di acido folico. Quelli di noi che assumono metotrexato dovrebbero già assumere l'acido folico. Non preoccuparti del colore giallo della tua urina dopo aver preso le vitamine del complesso B.

Il prossimo blog, avvolgeremo le cose su questo argomento di perdita di memoria mentre viviamo con dolore cronico. Ci vediamo.

-Citare in giudizio

Perdita di memoria e una vita con dolore cronico: seconda parte
Categoria Di Problemi Medici: Suggerimenti