Gli effetti a lungo termine del colpo causeranno un aumento vertiginoso dei costi

Salute E Medicina Video: FARMLANDS (2018) Official Documentary (Dicembre 2018).

Anonim

In altre notizie: l'olio di pesce potrebbe essere collegato al diabete di tipo 2 e la maggior parte degli americani continua a bere e fumare nonostante gli effetti nocivi.

I costi associati agli dovrebbero aumentare da $ 71, 5 miliardi nel 2010 a $ 183 miliardi nel 2030, secondo un rapporto della American Heart Association.

L'aumento dei costi sarà correlato alle cure a lungo termine che i sopravvissuti richiedono, insieme a una popolazione più anziana più a rischio di ictus.

"Gli ictus metteranno a dura prova il sistema sanitario", ha detto in una dichiarazione Bruce Ovbiagele, MD, autore principale e presidente del dipartimento di neurologia presso la Medical University of South Carolina, Charleston.

I pazienti che hanno un ictus tendono a soffrire di disabilità a lungo termine come danno cerebrale, paralisi parziale, problemi di linguaggio e altro ancora.

Gli esperti concordano sul modo migliore per ridurre i costi è prevenire gli ictus tutti insieme. I rischi di ictus includono diabete, fumo, mancanza di esercizio fisico, obesità, ipertensione e colesterolo.

"Investimenti continui nella ricerca per trovare nuovi trattamenti e strategie di riabilitazione possono prevenire la sofferenza a livello umano e anche risparmiare miliardi di dollari in costi di assistenza sanitaria", ha detto Richard Libman, MD, capo della divisione di neurologia vascolare presso il Cushing Neuroscience Institute in Manhasset, NY.

Supplementi di olio di pesce possono influenzare lo sviluppo del diabete di tipo 2

Ci sono molti benefici noti dell'olio di pesce, o degli integratori di acidi grassi omega-3, dalla riduzione del rischio di cancro alla prostata per aiutare con la funzione cerebrale dei malati di Alzheimer. Ma ora una nuova ricerca dimostra che può aiutare a .

I ricercatori della Harvard School of Public Health credono che l'olio di pesce possa aiutare a regolare i livelli di glucosio, ma non sappiamo se possa influenzare direttamente se qualcuno ottiene il diabete di tipo 2.

Dopo aver visionato 14 studi, i ricercatori hanno scoperto che dei 682 soggetti su 1.323 totali che avevano assunto integratori di olio di pesce, i partecipanti all'olio di pesce avevano un aumento del livello dell'ormone adiponectina, che influenza la regolazione e l'infiammazione del glucosio.

"Anche se livelli più elevati di adiponectina nel sangue sono stati collegati a un minor rischio di diabete, se l'olio di pesce influenza il metabolismo del glucosio e lo sviluppo del diabete di tipo 2 rimane poco chiaro", ha detto l'autore principale dello studio, Jason Wu, in un comunicato stampa. "Tuttavia, i risultati del nostro studio suggeriscono che un maggiore apporto di olio di pesce può moderatamente aumentare il livello di adiponectina nel sangue, e questi risultati supportano i potenziali benefici del consumo di olio di pesce sul controllo del glucosio e sul metabolismo delle cellule grasse".

I bambini che ottengono le scansioni CT hanno maggiori probabilità di cancro

I bambini che hanno le scansioni TC hanno un aumentato rischio di contrarre il cancro quando sono più grandi, anche se i benefici di ottenere una scansione TC, dicono gli esperti.

Secondo uno studio del British Medical Journal, in un gruppo di 100.000 bambini, 39 cancri si svilupperanno in un periodo di 10 anni. Ma se ognuno di quei bambini avesse una scansione TC, si sarebbero verificati altri sei casi di cancro. Le scansioni CT emettono radiazioni, che aumentano il rischio di cancro.

Le scansioni TC rilevano una miriade di problemi, tra cui emorragie interne, coaguli di sangue, malattie cardiache e altro, e sono strumenti diagnostici importanti per i medici.

"Le scansioni CT salvano davvero la vita", ha detto Marta Hernanz-Schulman MD, presidente dell'American College of Radiology Pediatric Imaging Commission. "D'altra parte, l'uso eccessivo è cattivo, devono essere usati, ma deve essere fatto con giudizio".

La maggior parte degli americani continua a fare scelte di vita non salutari

Gli americani scelgono ancora di, nonostante la ricerca mostri l'impatto negativo di questi comportamenti sulla loro salute.

I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno pubblicato un rapporto che includeva i seguenti numeri:

  • Circa sei su 10 adulti bevono, e c'è stato un aumento rispetto all'anno scorso in coloro che hanno riferito di bere cinque o più bevande in un giorno.
  • Almeno il 20 percento degli adulti fuma e meno della metà ha cercato di smettere durante l'anno passato.
  • Solo un adulto su cinque soddisfa le raccomandazioni federali per l'esercizio aerobico e di potenziamento muscolare.
  • Circa sette su 10 adulti soddisfano le raccomandazioni per un sonno sufficiente, alcune buone notizie dal rapporto.

"Penso che ci troviamo in una situazione in cui siamo a un bivio", ha detto Rich Hamburg, vice direttore di Trust for America's Health, un'organizzazione no-profit di sanità pubblica. "Abbiamo due strade da percorrere: speriamo che se continuiamo a investire nella prevenzione basata sulla comunità, se promuoviamo un'alimentazione sana e una vita attiva, questi tassi inizieranno a diminuire".

Erinn Connor è una scrittrice per

dr. Sanjay Gupta

Gli effetti a lungo termine del colpo causeranno un aumento vertiginoso dei costi
Categoria Di Problemi Medici: Suggerimenti