Dieta più sana, sperma più forte?

Salute E Medicina Video: Calo del testosterone: i rimedi naturali per l’Andropausa (Aprile 2019).

Anonim

Due studi mostrano che la dieta può influenzare la mobilità dello sperma, la qualità dello sperma.

LUNEDI ', 17 ott. (DoctorsAsk News) - Da anni i nutrizionisti si sono mobilitati attorno all'idea che "tu sei quello che mangi".

Ora, nuove ricerche suggeriscono che questo adagio potrebbe persino estendersi alla forza e alla quantità di sperma.

L'osservazione deriva da una coppia di studi previsti per la presentazione lunedì alla riunione annuale della American Society for Reproductive Medicine a Orlando, in Florida, che evidenziano entrambi un evidente legame tra nutrizione e qualità dello sperma.

Il risultato: ricche di carne rossa e cereali trasformati sembrano compromettere la capacità dello sperma di muoversi, mentre le diete ad alto contenuto di grassi trans sembrano abbassare la quantità di sperma trovato nello sperma.

"Il principale risultato generale del nostro lavoro è che una dieta sana sembra essere benefica per la qualità dello sperma", ha affermato Audrey J. Gaskins, autore principale del primo studio. Attualmente un dottorando presso il dipartimento di nutrizione di Harvard School of Public Health a Boston, i colleghi di Gaskin hanno incluso ricercatori dell'Università di Rochester e dell'Università di Murcia in Spagna.

"In particolare, una dieta sana composta da un maggior apporto di pesce, frutta fresca, cereali integrali, legumi e verdure sembra migliorare la motilità degli spermatozoi", ha spiegato Gaskins, "il che significa che un numero più elevato di spermatozoi si muove, piuttosto che stare fermi. "

Le conclusioni di Gaskin si basano sul lavoro con 188 uomini di età compresa tra 18 e 22, che sono stati reclutati a Rochester. I questionari alimentari sono stati completati e le diete dei partecipanti sono state classificate come "occidentali" nel contenuto (tra cui carne rossa, carboidrati raffinati, dolci e bevande energetiche) o il cosiddetto "Prudente" (composto da pesce, frutta, verdura, legumi e tutto cereali).

Sono stati quindi condotti test dello sperma per valutare il movimento, la concentrazione e la forma dello sperma.

Sebbene la dieta non abbia avuto alcun impatto sulla forma o sul numero di spermatozoi, la motilità è stata influenzata, con diete "occidentali" legate a movimenti ridotti, anche dopo aver tenuto conto di fattori come la razza, la storia del fumo e l'indice di massa corporea (BMI).

Gaskins ha sottolineato, tuttavia, che è necessario più lavoro per capire meglio esattamente come la nutrizione può influenzare lo sperma.

"Questo era un piccolo studio, e non sappiamo se c'è qualcos'altro negli uomini che li fa avere una peggiore motilità", ha osservato. "Non sappiamo se la nutrizione causi realmente il cambiamento, quindi per ora tutto ciò che possiamo dire è che esiste un'associazione tra nutrizione e qualità dello sperma".

Su un fronte simile, un secondo studio condotto dal Dr. Jorge Chavarro, un assistente professore di nutrizione ed epidemiologia presso la Harvard School of Public Health, ha rivelato che gli uomini che mangiano diete che contengono una quantità relativamente elevata di grassi trans hanno livelli di concentrazione spermatica più bassi. Inoltre, la quantità di grasso trans trovato nel loro sperma e sperma è salito.

La conclusione è stata tratta dal lavoro con quasi 100 uomini, tutti sottoposti a un'analisi nutrizionale e allo sperma della qualità.

Anche dopo essersi adattati a una vasta gamma di fattori come età,, BMI, assunzione di caffeina e calorie totali consumate, gli autori hanno scoperto che sebbene l'assunzione di grassi trans non abbia avuto alcun impatto sul movimento dello sperma, più gli acidi grassi consumavano più bassa concentrazione di sperma di un individuo.

Il dott. Edward Kim, della scuola di specializzazione in medicina dell'Università di Tennessee a Knoxville, ha reagito ad entrambi gli studi con entusiasmo e cautela.

"Penso che questa ricerca sia certamente molto suggestiva che i fattori dietetici possano avere un impatto sull'infertilità maschile", ha detto Kim, che è anche presidente della Society for Reproduction and Urology.

"E gli studi ci indicano una direzione che suggerisce che uno stile di vita sano possa essere correlato con uno sperma di qualità migliore", ha aggiunto. "Ma chiaramente ulteriori ricerche in questo settore sono necessarie per arrivare a conclusioni definitive."

Poiché entrambi gli studi sono stati presentati in una riunione medica, i dati e le conclusioni dovrebbero essere considerati preliminari fino a quando non saranno pubblicati in una rivista peer-reviewed.

Dieta più sana, sperma più forte?
Categoria Di Problemi Medici: Diagnostica