Prodotti chimici domestici comuni potrebbero danneggiare l'immunità del bambino

Salute E Medicina Video: SCP-682 Termination Log | SCP Foundation Experiment Log T-98816-OC108/682 (Giugno 2019).

Anonim

Lo studio ha riscontrato una risposta inferiore ai vaccini in quelli con livelli più alti di PFC nel sangue.

MARTEDÌ, 24 GENNAIO 2012 (DoctorsAsk News) - L'esposizione ad alti livelli di un gruppo di prodotti chimici domestici comuni può compromettere, suggerisce un nuovo studio.

Il team di ricercatori, degli Stati Uniti e della Danimarca, ha dimostrato che l'elevata esposizione ai composti perfluorurati (PFC) nella prima infanzia era associata a una ridotta risposta immunitaria a due immunizzazioni di routine.

"Abbiamo scoperto che l'inquinamento PFC sta apparentemente rendendo il sistema immunitario più lento, in modo che non reagisca con vigore ai come dovrebbe", ha detto l'autore dello studio Dr. Philippe Grandjean, professore a contratto di salute ambientale presso la Harvard School of Sanità pubblica a Boston.

I risultati appaiono nel numero del 25 gennaio del Journal of American Medical Association .

I PFC sono comunemente usati in una vasta gamma di prodotti per la casa, tra cui pentole antiaderenti, tappeti, imbottiti e imballaggi alimentari come sacchetti di popcorn a microonde; ricerche precedenti hanno scoperto che le sostanze chimiche sono presenti nei flussi sanguigni di molte persone.

Altri studi recenti hanno collegato l'aumento dell'esposizione alle sostanze chimiche con e livelli elevati di colesterolo. Ma Grandjean ha detto che questo è il primo studio negli esseri umani per trovare un'associazione tra alti livelli di PFC nel sangue e una risposta immunitaria compromessa.

"Quello che non sappiamo è se questa associazione rappresenta una disfunzione generale del sistema immunitario e se ha implicazioni in termini di infezioni, allergie o persino di cancro", ha detto Grandjean. "Stiamo guardando qualcosa che sembra essere solo la punta dell'iceberg, e ci piacerebbe molto sapere come appare il resto dell'iceberg".

Per lo studio, Grandjean e i suoi colleghi hanno seguito 587 bambini nati nelle Isole Faroe tra il 1999 e il 2001. Nelle Isole Faroe, situate nel Mare Atlantico settentrionale tra Islanda e Norvegia, l'assunzione frequente di frutti di mare è associata a una maggiore esposizione ai PFC.

Per esaminare gli effetti della sostanza chimica sull'immunità, la ricerca ha esaminato i livelli di anticorpi nei confronti dei vaccini antitetanici e antitumorali, che i bambini delle Fær Øer hanno ricevuto a 3, 5 e 12 mesi di età, con un colpo di richiamo a 5 anni di età. Le esposizioni prenatali dei bambini a cinque tipi di PFC sono state misurate conducendo esami del sangue sulle loro madri nelle ultime settimane delle loro gravidanze. L'esposizione postnatale è stata valutata mediante esami del sangue all'età di 5 anni. I ricercatori hanno poi misurato le concentrazioni di anticorpi sierici contro i vaccini contro il tetano e la difterite di età 5 e 7.

Il team di Grandjean ha scoperto che tutti i cinque PFC misurati mostravano associazioni negative con i livelli di anticorpi. Nei bambini che avevano il doppio dei livelli medi di PFC nel sangue all'età di 5 anni, la loro risposta immunitaria ai vaccini contro la tetano e la difterite all'età di 7 anni era solo la metà di quello che avrebbe dovuto essere, ha detto Grandjean.

I ricercatori hanno notato che la maggior parte dei livelli di PFC misurati nei bambini studiati all'età di 5 anni erano inferiori ai livelli riscontrati in un gruppo di bambini di 3 anni e di 5 anni negli Stati Uniti studiati nel 2001 e nel 2002.

Un altro esperto di salute ambientale dei bambini ha dichiarato che i risultati erano preoccupanti. "È un'altra cosa, insieme a una serie di altri risultati sulle sostanze chimiche perfluorurate, che suggerisce che dovremmo essere tutti preoccupati per loro in generale e cercare di ridurre l'esposizione di tutti a loro", ha detto il dott. Jerome Paulson, direttore medico della Child Health Advocacy Institute presso il Children's National Medical Center di Washington, DC

Grandjean ha detto che oltre a evitare prodotti realizzati con PFC come popcorn a microonde e pentole antiaderenti, i genitori che vogliono ridurre l'esposizione dei loro bambini ai PFC dovrebbero aspirare più spesso i loro tappeti e rivestimenti "per controllare i livelli di polvere domestica".

Prodotti chimici domestici comuni potrebbero danneggiare l'immunità del bambino
Categoria Di Problemi Medici: Suggerimenti