Un piccolo bere quotidiano aiuta davvero il cuore?


Salute E Medicina Video: Don't Let Go of My Hand / Elimi Bırakma episode 4 english subtitles & sub ita esp fr de (Agosto 2018).



Lo studio non ha trovato prove che l'assunzione moderata mantiene chiare le arterie.

I pazienti erano considerati bevitori da leggeri a moderati se non avevano più di 14 "unità" di alcol in una settimana.

Offset.com

Molti studi hanno suggerito che l', con moderazione, può fare bene il cuore. Ma una nuova ricerca suggerisce che i bevitori moderati non hanno più probabilità degli astemi di avere arterie chiare.

Gli scienziati hanno esaminato quasi 2.000 pazienti sottoposti a angiografia TC - un test di imaging che rileva "placche" nelle arterie cardiache. Nel complesso, non c'era alcuna associazione tra le abitudini di consumo di alcolici e le probabilità di mostrare vasi intasati.

I risultati contrastano con gli studi precedenti che hanno collegato il bere moderato a un minor rischio di malattie cardiache - dove le placche si accumulano nelle arterie cardiache e possono eventualmente scatenare un .

I ricercatori hanno detto che un vantaggio del nuovo studio è che ha usato misurazioni oggettive.

"Nessuno studio precedente ha valutato la relazione tra consumo di alcol e presenza di malattia coronarica come rappresentato dall'angiografia coronarica", ha detto la ricercatrice Dr. Julia Karady. È con il cuore e il centro vascolare dell'Università Semmelweis di Budapest, in Ungheria.

"Non siamo riusciti a trovare alcuna relazione tra la presenza di malattia coronarica e il consumo di alcol", ha detto Karady. "Pertanto, non possiamo confermare un effetto [protettivo] del consumo di alcol leggero."

Allo stesso tempo, ha aggiunto, non c'erano prove che un consumo più pesante aumentasse il rischio di arterie intasate.

Tuttavia, gruppi come l'American Heart Association (AHA) mettono in guardia contro l'eccessivo consumo di alcol, perché possono aumentare la pressione sanguigna e contribuire allo scompenso cardiaco e ad altri problemi cardiovascolari.

CORRELATI: la

Dozzine di studi hanno scoperto che i bevitori moderati hanno un rischio più basso di rispetto ai non bevitori - anche quando vengono presi in considerazione altri fattori di salute e stile di vita.

In generale, "moderato" è definito come non più di un bicchiere di alcol al giorno per le donne e non più di due al giorno per gli uomini.

Ma quegli studi non dimostrano che l'alcol, di per sé, protegge il cuore. E l'AHA sottolinea che le persone non dovrebbero iniziare a bere nella speranza di ottenere benefici per la salute - in gran parte perché l'alcol comporta anche rischi.

Le linee guida dietetiche del governo federale americano dicono la stessa cosa.

Il dott. Kenneth Mukamal studia i fattori dello stile di vita, comprese le abitudini di consumo e il rischio di malattie cardiache. La sua ricerca ha scoperto che i bevitori moderati hanno in genere un rischio minore di malattie cardiache rispetto ai non bevitori.

Secondo Mukamal, il nuovo studio è troppo "limitato" per trarre conclusioni.

Per uno, i pazienti dello studio sono stati tutti inviati per angiografia TC perché i loro medici pensavano di poter avere una malattia cardiaca, ha detto Mukamal, professore associato di medicina presso il Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston.

"Avevano tutti un sospetto simile per le malattie cardiache", ha detto. "In questo modo si tende a minimizzare la capacità di qualsiasi fattore comportamentale di influenzare la quantità di malattia coronarica."

Inoltre, ha detto Mukamal, non è chiaro se lo studio abbia pienamente preso in considerazione le abitudini al fumo delle persone. Questo è importante, ha osservato, perché fumare e bere vanno di pari passo con alcune persone.

Le nuove scoperte sono state basate su quasi 2.000 pazienti indirizzati per angiografia TC. Quasi il 40 percento dichiara di bere regolarmente alcolici, in genere con circa sette drink a settimana.

I pazienti erano considerati bevitori da leggeri a moderati se non avevano più di 14 "unità" di alcol in una settimana. Un'unità si traduce in circa 7 once di birra, poco più di 3 once di vino, o 1, 35 once di liquore.

Nel complesso, lo studio ha rilevato che non vi era alcuna connessione tra le abitudini di consumo delle persone e le loro possibilità di avere .

E non faceva differenza se il vino, la birra o il liquore fossero l'alcol preferito. Nessuno è apparso protettivo a livelli moderati, ha detto Karady.

Karady doveva presentare i risultati martedì alla riunione annuale della Radiological Society of North America, a Chicago. La ricerca presentata alle riunioni è considerata preliminare fino alla pubblicazione in una rivista peer-reviewed.

I ricercatori stanno pianificando uno studio più ampio per aiutare a confermare le nuove scoperte.

Indipendentemente dalla vera relazione tra bere moderatamente e malattie cardiache, il parere degli esperti rimane lo stesso.

Se già bevi, dice l'AHA, fallo solo con moderazione.

Un piccolo bere quotidiano aiuta davvero il cuore?

Categoria Di Problemi Medici: Suggerimenti