5 Fattori di rischio di malattie cardiache emergenti


Salute E Medicina Video: VILLA SILVIA: IL QUADRO CLINICO GLOBALE (Agosto 2018).



Pensi di avere il 411 su tutti i fattori di rischio per le malattie cardiache? Ecco alcuni di quelli emergenti da mettere sul tuo radar.

La salute del cuore può essere influenzata da molte cose, tra cui il sonno e la salute dentale.

A meno che tu non sia appena arrivato da una galassia lontana, sai quali sono i classici fattori di rischio per le malattie cardiache. Sono misure ovvie o quantificabili come ipertensione, , , , inattività fisica e fumo. Svolgono ancora un ruolo importante nello sviluppo delle malattie cardiache, quindi non scartarle. Ma il quadro del rischio sta guadagnando nuove dimensioni, grazie a influenze emergenti (e spesso subdole) che possono danneggiare la salute del tuo cuore.

Negli ultimi anni, la ricerca ha collegato una serie di altri problemi di salute e stile di vita con un aumentato rischio di sviluppare malattie cardiache:

  • Problemi di sonno
  • Complicanze della gravidanza
  • Sfide emozionali
  • Malattie gengivali
  • Condizioni infiammatorie croniche

"La maggior parte delle persone non è a conoscenza di questi fattori di rischio emergenti - sono sorpreso quando faccio domande su questi problemi", dice Nieca Goldberg, MD, cardiologo e direttore medico presso il Joan H. Tisch Center for Women's Health presso la NYU Langone Medical Center.

Oltre a essere importanti a pieno titolo, questi nuovi fattori di rischio possono avere un ulteriore effetto negativo sul rischio di sviluppare malattie cardiache se combinati tra loro o con le preoccupazioni tradizionali. Ecco cosa dovresti sapere di queste influenze nefande.

1. La scarsa qualità del sonno può aumentare la pressione sanguigna e irrigidire le arterie

, un disturbo in cui si verificano ripetutamente pause durante la respirazione durante il sonno (e spesso si sveglia ansimante per l'aria), è associata all'ipertensione arteriosa e alle aritmie cardiache.

"Se viene trattata l'apnea del sonno, si ottiene un miglioramento della pressione sanguigna", afferma il dott. Goldberg.

E secondo uno studio pubblicato nel marzo 2018 sull'Aterosclerosi, generalmente una cattiva qualità del sonno per un periodo di tre anni in persone con classici fattori di rischio di malattia cardiaca è associata a una maggiore rigidità arteriosa, che può aumentare il rischio di malattie cardiache.

: dormire meno di sette ore a notte può portare ad un aumento della pressione sanguigna e del grasso della pancia, oltre a un aumento dei livelli di ormoni dello stress nel corpo, dice Goldberg. Troppo poco sonno può anche disturbare il metabolismo, causando un aumento dei livelli di colesterolo e rendendo più difficile la gestione del diabete e dell'ipertensione se si hanno queste condizioni, osserva David Fischman, MD, professore di medicina e direttore del Programma interventistico di Fellowship Cardiology presso Jefferson Ospedali universitari a Philadelphia.

2. Le complicanze della gravidanza possono aumentare il rischio di ipertensione e diabete di tipo 2

Le donne che hanno una storia di hanno un rischio quasi triplo di sviluppare cardiopatia ischemica, oltre a maggiori rischi di sviluppare ipertensione o diabete di tipo 2 nel tempo, secondo uno studio di PLoS Medicine del gennaio 2018. Al contrario, le donne che hanno preeclampsia, una complicanza della gravidanza caratterizzata da pressione alta e proteine ​​nelle urine, hanno un rischio maggiore di sviluppare pressione alta e un duplice maggiore rischio di sviluppare malattie cardiovascolari da mezza età, osserva Goldberg.

Ecco perché "è importante che le donne mantengano la pressione sanguigna e la glicemia monitorate con visite regolari con i loro medici di base durante tutto il loro ciclo di vita", afferma. Se hai avuto diabete gestazionale o preeclampsia, limitare l'assunzione di carboidrati semplici, ridurre lo zucchero e fare esercizio aerobico regolarmente può aiutare a mitigare questi rischi, dice Goldberg.

3. I problemi di salute mentale possono portare a problemi cardiaci

Gli stati mentali cronicamente negativi - inclusi depressione, ansia, rabbia, solitudine o stress in corso - possono nel tempo. Uno studio del numero di maggio 2017 della Psychiatry Research ha rilevato che le persone che soffrono di depressione e hanno un basso livello di assistenza sociale hanno un aumentato rischio di sviluppare malattie cardiache per un periodo di 13 anni. E uno studio nel numero del gennaio 2018 dell'International Journal of Geriatric Psychiatry ha rilevato che la solitudine aumenta il rischio di malattie cardiovascolari per le donne, soprattutto perché la solitudine è associata alla depressione.

Parte della connessione può essere dovuta alla realtà che se sei in uno stato mentale pessimo, potresti avere meno probabilità di fare esercizio regolarmente, seguire una dieta sana, prendere la medicina come prescritto o prendersi cura di te in un'altra modi, dice il dottor Fischman. Ma parte della connessione tra le emozioni negative e un aumentato rischio di malattie cardiache deriva anche da un aumento dei livelli di ormoni dello stress, che riducono la flessibilità nei vasi sanguigni, spiega Goldberg.

Se ti trovi alle prese con stati d'animo negativi, cerca consulenza professionale, pratica la gestione dello stress (come la meditazione) ed esercita regolarmente, suggerisce.

4. Le malattie gengivali possono causare malattie cardiovascolari

Che ci crediate o meno, una malattia parodontale da moderata a grave (nota anche come malattia gengivale) è associata ad un rischio significativamente maggiore di sviluppare malattie cardiovascolari, secondo uno studio pubblicato nel Journal of Periodontology nel marzo 2018. Allo stesso modo, uno studio nel numero di luglio 2017 dell'aterosclerosi ha rilevato che la presenza di numerose tasche più profonde nelle gengive (un segno di malattia parodontale) è associata ad un aumentato rischio di future malattie cardiovascolari. Il meccanismo sottostante: l'infiammazione, che è coinvolta nelle malattie gengivali e nelle malattie cardiache, osserva Fischman.

Questo suggerisce che prendersi cura della propria salute orale (lavarsi e usare il filo interdentale diligentemente e vedere il proprio dentista regolarmente) potrebbe aiutare a proteggere anche il cuore. Se hai una malattia di gomma, assicurati di averlo trattato: la ricerca presentata alla American Heart Association suggerisce che il trattamento della malattia gengivale può aiutare a ridurre la pressione sanguigna, che a sua volta può ridurre il rischio di malattie cardiache.

5. Le malattie infiammatorie possono anche influenzare il cuore

Allo stesso modo, le malattie autoimmuni come e il lupus coinvolgono l'infiammazione sistemica, "che aumenta l'accumulo di colesterolo nelle arterie", dice Goldberg. "Nelle persone con malattie autoimmuni, vediamo un'alta incidenza di ipertensione e un più alto tasso di insufficienza cardiaca, che può essere dovuto a ipertensione non trattata." Ecco perché è importante per le persone con malattie autoimmuni ottenere una valutazione cardiaca, far controllare la pressione sanguigna ad ogni visita del medico e gestirla se è alta, dice lei.

5 Fattori di rischio di malattie cardiache emergenti

Categoria Di Problemi Medici: Suggerimenti