Non è mai troppo tardi per ridurre il rischio di disabilità

ANIMALES PELIGROSOS ???????? LEONES CONTRA BUFALOS,AFRICA SALVAJE (Salute E Medicina VideoAugust2018).

La mancanza di esercizio fisico, il fumo e una dieta priva di frutta e verdura possono aumentare il rischio di invalidità negli anziani, ma non è inevitabile.

MARTEDÌ 23 luglio 2013 - Cambiare alcuni comportamenti può ridurre il rischio di invalidità mentre invecchiamo, trova un grande studio francese pubblicato oggi sul British Medical Journal, BMJ - e la vecchiaia in sé non è un ostacolo per beneficiare di questi cambiamenti.

"Il nostro lavoro dimostra che uno stile di vita malsano - fumo, scarsa attività fisica, cattiva alimentazione - era associato ad un aumentato rischio di disabilità negli anziani che avevano più di 65 anni all'inizio dello studio, che è durato 12 anni", ha detto lo studio investigatore Alexis Elbaz, epidemiologo presso l'INSERM, l'Istituto nazionale francese per la salute e la ricerca medica. Lo studio ha incluso 3.982 adulti inizialmente ben funzionanti i cui ricercatori di livelli di disabilità hanno valutato cinque volte dal 2001 al 2012.

I risultati degli studi hanno mostrato un aumento della disabilità nelle persone che:

  • Non ha avuto abbastanza esercizio - il 76% ha aumentato il rischio
  • Affumicato : aumento del 29% del rischio
  • Mangiava frutta e verdura meno di una volta al giorno - il 29 percento aumentava il rischio

"Quelli con comportamenti più malsani hanno avuto più condizioni croniche, erano più pesanti e avevano più sintomi depressivi", ha detto Elbaz, una forte prova per l'associazione tra disabilità e questi comportamenti. Avere tutti e tre i comportamenti non salutari - inattività, fumo e cattiva alimentazione - ha comportato un rischio 2, 5 volte maggiore di disabilità.

A causa, il numero di persone disabili dovrebbe salire alle stelle nei prossimi anni e potrebbero esserci molte più persone anziane che hanno difficoltà a svolgere attività essenziali per vivere in modo indipendente, cosa che la maggior parte delle persone temono.

"La quando invecchiamo e viviamo più a lungo", secondo il cardiologo Stephanie Moore, MD, che non è stato coinvolto nella ricerca. "Questo studio offre alcune prove del fatto che abbiamo effettivamente un certo controllo attraverso le nostre decisioni e azioni sulla salute: se una persona si comporta in comportamenti sani, c'è un guadagno di minore disabilità". Il dott. Moore è al Massachusetts General Hospital (MGH) Institute for Heart, Vascular and Stroke Care's Heart Failure e Cardiac Transplant Program di Boston. Al contrario, ha detto, la depressione e le malattie croniche, come le malattie cardiache e il diabete, vanno di pari passo con disabilità e cattive condizioni di salute.

Fare scelte salutari a qualsiasi età

I legami tra comportamenti modificabili e rischio di disabilità portano un importante messaggio di salute pubblica - non è mai troppo tardi per cambiare. "Questi risultati suggeriscono che la promozione di uno stile di vita sano nelle persone anziane potrebbe aver portato a una migliore salute futura e un minor rischio di diventare disabili", ha detto il ricercatore Elbaz.

Per quanto riguarda i comportamenti da cambiare, Elbaz ha dichiarato: "Non fumare, camminare ogni giorno ed allenarsi più di una volta alla settimana, e mangiare frutta e verdura ogni giorno può portare benefici per la salute".

"Esistono prove che i tassi di fumo possono essere migliorati e che livelli più elevati possono essere raggiunti anche tra le persone anziane", ha aggiunto Elbaz. Infatti, i partecipanti che hanno smesso di fumare 15 anni prima dello studio avevano bassi livelli di disabilità che erano equivalenti a quelli dei non fumatori.

La scoperta che il rischio di invalidità aumenta progressivamente con il numero di comportamenti non salutari di una persona impegnata è sorprendente. "Questi risultati suggeriscono che la modifica di alcuni di questi comportamenti può portare maggiori benefici per la salute rispetto al cambiamento di uno solo di loro", ha concluso Elbaz.

Ridurre il rischio di diventare disabili

"Tutti impariamo la prima legge di Newton nella scuola elementare che" un corpo in movimento tende a rimanere in movimento e un corpo a riposo tende a stare a riposo ", ha detto William T. Abraham, MD, della Ohio State University. "Questa nozione si applica non solo agli oggetti ma, come supportato da questi nuovi risultati di ricerca, si applica anche ai nostri corpi. Quindi rimani in movimento. Stai in forma!"

Abraham ha aggiunto: "Questo è uno studio molto importante che conferma inequivocabilmente il legame tra le scelte di vita povere e le disabilità future." La principale tra questi comportamenti non salutari che portano alla disabilità è l'inattività fisica ".

Fare esercizio non deve essere difficile. "Essere più attivi è più facile di quanto la maggior parte della gente pensi", ha detto Abraham. "L'attività aerobica come camminare a ritmo sostenuto, andare in bicicletta e nuotare in combinazione con un leggero esercizio isometrico (come il sollevamento pesi leggero) per un totale di 30 minuti al giorno può essere sufficiente per ridurre il rischio di disabilità futura."

Il dottor Moore accettò, consigliando: "L'esercizio è una medicina. Pensa alle tue scarpe da tennis come una prescrizione scritta dal tuo medico. Essere attivi è l'obiettivo. Una buona camminata serve al suo scopo. Se le articolazioni sono un problema, la piscina o una lezione di yoga possono fare meraviglie per la tua salute. "

cardiologo e Reena Panda, MD, ha aggiunto che non è mai troppo tardi per cambiare: "Pensare in modo completo al miglioramento dello stile di vita generale, non solo uno o l'altro di questi fattori, ha il potenziale per fare una grande differenza nel modo in cui viviamo i nostri ultimi anni senza disabilità. "

Non è mai troppo tardi per ridurre il rischio di disabilità

Categoria Di Problemi Medici: Suggerimenti