Il potere curativo della terapia del tocco

Salute E Medicina Video: Il tocco leggero che genera l'autoguarigione (Novembre 2018).

Anonim

Hai sentito parlare di massaggio per il dolore, ma per quanto riguarda il rolfing o il rilascio miofasciale? Queste e altre terapie tattili stanno ricevendo credito per ridurre lo stress e accelerare la guarigione. Potrebbero aiutarti? Ascolta per saperne di più.

Ci uniamo il dott. Thomas Findley, un medico specializzato in medicina fisica e riabilitazione, Miguel Angel Diego, ricercatore associato presso il Touch Research Institute e Aaron LeBauer, un terapista specializzato in massaggi e bodywork.

Come sempre, i nostri ospiti esperti rispondono alle domande del pubblico.

Annunciatore:

Le opinioni espresse su questo webcast sono esclusivamente le opinioni dei nostri ospiti. Non sono necessariamente le opinioni di HealthTalk, dei nostri sponsor o di qualsiasi organizzazione esterna. E, come sempre, si prega di consultare il proprio medico per la consulenza medica più appropriata per voi.

Judy Foreman:

Salve e benvenuti a HealthTalk Live [HealthTalk Live è stato rinominato Health Now con Judy Foreman]. Sono il tuo ospite, Judy Foreman.

Hai sentito parlare di massaggio per il dolore, ma che mi dici di Rolfing o di rilascio miofasciale? Queste e altre terapie tattili stanno ricevendo credito per ridurre lo stress e accelerare la guarigione. Potrebbero aiutarti? Stasera parliamo con tre esperti sui vantaggi del tocco.

Sono lieto di dare il benvenuto al dottor Thomas Findley, un medico specializzato in medicina fisica e riabilitazione. È direttore per la ricerca presso il centro di riabilitazione del nord del New Jersey e direttore associato del Center for Healthcare Knowledge Management, ed è anche a capo del Rolf Institute di Denver.

Dr. Thomas Findley, benvenuto su HealthTalk Live.

Dr. Thomas Findley:

Grazie mille.

Judy:

Sei il benvenuto

Sono anche lieto di dare il benvenuto a Miguel Diego, ricercatore ricercatore di Pediatria presso la Scuola di Medicina dell'Università di Miami. Ha lavorato come ricercatore associato presso il Touch Research Institute di Miami e ha conseguito un dottorato di ricerca. nella psicobiologia dello sviluppo. Miguel Diego, benvenuto su HealthTalk Live.

Dr. Miguel Angel Diego:

Grazie per avermi

Judy:

E, ultimo ma non meno importante, vorrei presentare Aaron LeBauer, un terapeuta specializzato in massaggi e trattamenti per il corpo con sede a Greensboro, nel North Carolina. Aaron LeBauer sta attualmente lavorando al suo dottore in fisioterapia presso la Elon University di Greensboro.

Aaron LeBauer, grazie per esserti unito a noi.

Mr. Aaron LeBauer:

Ciao, Judy. Grazie per avermi

Judy:

Bene, vorrei iniziare con te, dottor Findley, chiedendoti di definire il tocco, non solo come lo conosciamo tutti soggettivamente, ma da una prospettiva neurologica. In termini di sistemi nervosi, cos'è esattamente il tocco?

Dr. Findley:

Bene, per descriverlo in termini molto concreti, è la stimolazione dei meccanocettori nella nostra pelle, gli strati fasciali sotto la pelle e nei muscoli.

Judy:

Va bene.

Dr. Findley:

Ci sono recettori nervosi specializzati nel sentire la sensazione del tatto, e quei segnali poi entrano nel nostro cervello, che procede a interpretarlo in modi diversi.

Judy:

Quindi questi recettori sono totalmente separati da, ad esempio, i recettori per il calore o i recettori per il dolore?

Dr. Findley:

È corretto.

Judy:

E siamo tutti nati con questi. E i loro numeri aumentano man mano che invecchiamo o siamo nati con tutti i recettori touch che avremo?

Dr. Findley:

Non sappiamo ancora la risposta. Ecco perché lo stiamo studiando, per scoprirlo. Perché non si sono preoccupati di questo per un periodo di tempo molto lungo, principalmente per le sensazioni di dolore e calore e quando si taglia la pelle, sono cose di cui ci siamo preoccupati perché possono causare alcuni importanti problemi medici . I recettori tattili, d'altra parte, sono stati ignorati. Sono il tipo di cosa che ci mantiene sani e la medicina non ha prestato così tanta attenzione a questo.

Judy:

Sono sicuro che sia vero. Miguel Diego, vorrei chiederti, da te la tua conoscenza dello sviluppo e della psicobiologia dei bambini, quanto è importante essere toccati in termini di sviluppo fisico e psicologico? Essere toccati in modo amorevole e gentile ha effettivamente un effetto documentabile sul corpo e sulla mente?

Dr. Diego:

Il tocco è estremamente importante per lo sviluppo normale. È il primo senso che si sviluppa ed è attivo prima ancora del terzo trimestre. I bambini anche giovani come il terzo trimestre sono in grado di provare sensazioni nel loro corpo. E una delle cose importanti che succede dopo che il bambino è nato è che il tocco è uno dei modi in cui il legame si instaura tra la madre e il bambino e stabilisce relazioni emozionali positive tra di loro. C'è qualche ricerca che è stata condotta negli anni '50 che ha stabilito quanto sia importante il tocco e in particolare determinati tipi di tocco per lo sviluppo di un normale comportamento emotivo, in quanto i bambini di diversi animali sono stati esposti a un ambiente in cui sono stati privati ​​del tatto o ha avuto esperienze che erano ricche di tatto, come un orsacchiotto che era peloso contro un modello che era tutto filo e bastoni. E ciò che hanno scoperto è che l'attaccamento che i bambini hanno sviluppato verso il modello più realistico li ha aiutati nel loro sviluppo sociale.

Judy:

Ricordo quegli studi. Chi ha fatto quelli?

Dr. Diego:

Quello era lo studio di Harry Harlow.

Judy:

Sì, le scimmie di Harlow, perché alle scimmie piacevano molto le persone finte e sfocate. Non erano veri umani ma erano coperti di spugna o qualcosa del genere, e gli piacevano quelli ma non quelli metallici.

Dr. Diego:

Sì. Rafforzava il loro senso del tatto perché era più simile a quello che sarebbe stata la pelle, oltre che alla temperatura, perché non era quella rete metallica fredda.

Judy:

E hanno mostrato che i bambini negli orfanotrofi che non sono abbastanza toccati, sai, non sono coccolati e accoccolati, il loro sviluppo psicologico è ritardato a causa di ciò? O non è veramente conosciuto?

Dr. Diego:

I bambini, specialmente negli orfanotrofi dell'Europa orientale, come gli orfanotrofi rumeni, che vediamo ben poco stimolo al di fuori delle loro necessità di cibo e alloggio, hanno sviluppato problemi molto forti. Puoi persino vedere alcune differenze molto drammatiche nello sviluppo del loro cervello. E uno dei modi in cui il tocco può aiutare è che ci sono stati esperimenti che hanno cercato di stimolare i recettori tattili negli animali mentre stanno attraversando le fasi iniziali dello sviluppo, ed è stato dimostrato che in realtà migliora non solo la loro crescita e il loro comportamento ma anche lo sviluppo effettivo del loro cervello.

Judy:

Posso assolutamente crederci. Questo ha perfettamente senso per me. In una vena più medica, sembrano esserci molti tipi di ciò che definirei tocco terapeutico, dalla semplice, seppure trascurata, imposizione delle mani da parte di medici e infermieri a quella che a me sembra una serie sconcertante di terapie, dal massaggio in tutte le sue diverse incarnazioni a Rolfing a Feldenkrais, ecc. Non conosco nemmeno tutti i nomi. Puoi dirci quali prove ci sono che quel tocco può effettivamente guarire? Dr. Findley, perché non cominci con quello?

Dr. Findley:

Bene, ora ci sono migliaia di articoli che hanno a che fare con gli effetti terapeutici del massaggio. E per fortuna, ci sono ricercatori che fanno ricerche sulla ricerca, quindi hanno raccolto molti di questi articoli e hanno provato a cercare di vedere quali sono i risultati comuni degli studi sul massaggio. E piuttosto chiaramente, il massaggio riduce l'ansia. Migliora l'umore negativo; migliora il dolore; sembra aumentare il modo in cui il corpo gestisce i livelli di cortisolo nel sangue come risposta allo stress; abbassa la pressione sanguigna, abbassa la frequenza cardiaca. E in realtà l'effetto sulla depressione è abbastanza vicino a quello visto dalla psicoterapia. Quindi è un effetto abbastanza sostanziale in più aree.

E questo è separato dal fatto che il massaggio aiuti un paziente con un ginocchio sinistro ferito, per esempio. Questi sono gli effetti più globali del massaggio. Quindi chiaramente ci sono alcuni effetti curativi che colpiscono tutto il corpo, invece che solo un'area locale del corpo.

Judy:

La mia esperienza - e in effetti ho molta esperienza di massaggio, mi piace - gli effetti svaniscono abbastanza rapidamente. Un giorno o più dopo, tutte quelle vibrazioni positive sembrano scomparse. È tipico o è insolito?

Dr. Findley:

La maggior parte degli studi qui mostra in realtà alcuni effetti a lungo termine. E penso che anche gli studi sui bambini lo dimostrino.

Judy:

Va bene.

Dr. Diego:

Se posso aggiungerne un po ', una delle cose che gli studi hanno dimostrato è che mentre ci sono alcuni effetti prolungati a lungo termine mentre il trattamento va avanti, attraverso settimane o mesi sembra che per mantenere i benefici, ci sia essere una continuazione dei trattamenti. Proprio come se tu prendessi qualche medicina, devi continuare a prenderla per mantenere i suoi benefici dopo un lungo periodo di astinenza.

Judy:

Perché dovrebbe massaggiare, perché dovrebbe solo stimolare questi meccanocettori nella pelle - perché ciò dovrebbe far scendere il cortisolo e la pressione sanguigna e il tuo umore salire? Perché solo toccare la pelle aiuta? Aaron LeBauer, vuoi saltare qui?

Sig. LeBauer:

Sicuro. Non puoi sottovalutare il potere del tocco da parte di un'altra persona. E a volte penso che non possa essere misurato, o è molto difficile per una persona misurare qualcun altro in loro presenza e la loro presenza guaritrice.

Judy:

Ma potrebbe anche essere vero per la psicoterapia. Cosa c'è di speciale, cosa viene aggiunto sul touch che non è lì solo con un ascoltatore simpatico o una persona simpatica?

Sig. LeBauer:

Nella mia esperienza di terapeuta, ci sono alcune cose di cui non puoi parlare. Quando hai le mani su qualcuno e sei con loro - nei muscoli, nei tessuti, nel tessuto connettivo che è stretto - e permetti a questo di lasciar andare, a volte possono avere una profonda esperienza di liberazione e di lasciarsi andare. E a volte questo è ciò di cui hanno bisogno per guarire, ed è il cervello che si riorganizza, possibilmente, a riconoscere quell'area del corpo che è tenuta stretta. Quel genere di cose, penso, sono difficili da trovare negli articoli di ricerca io stesso, quegli aspetti immateriali da massaggiare e toccare.

Judy:

Ma naturalmente alla medicina e agli assicuratori piace inchiodarla, inchiodare alcuni di questi beni immateriali per pagarli, per assicurarsi che sia "reale". Ma mi piacerebbe tornare a tutti i diversi tipi di tocco di guarigione. Dr. Findley, puoi scorrere l'elenco per noi? Cos'è il massaggio? Cos'è Rolfing? Cos'è Feldenkrais?

Dr. Findley:

Bene, come hai sottolineato, c'è una grande varietà, e all'interno di ogni varietà ci sono diverse scuole. Ad esempio, ci sono 16 scuole che insegnano una variante dell'integrazione strutturale o Rolfing, e sono tutte simili ma sono tutte varianti. E inutile dire che molte persone potrebbero facilmente essere confuse da quello che sono. Trovo più facile, piuttosto che classificarli con un nome specifico di terapia, per parlare più della profondità del tessuto. Alcuni sono molto superficiali; c'è in realtà un tipo di trattamento chiamato tocco terapeutico, che in realtà non è affatto un contatto diretto sulla pelle.

Judy:

Quindi, cos'è?

Dr. Findley:

È un contatto molto vicino, ma non si toccano.

Judy:

È un po 'come la cosa cinese del chi, e sta cercando di manipolare il chi o l'energia vitale dell'altro senza realmente toccarli?

Dr. Findley:

Giusto. E poi c'è l'intera gamma. Penso che probabilmente l'integrazione strutturale di Rolfing sia generalmente riconosciuta come la più profonda. Stai scavando con i gomiti, o qualsiasi altra cosa, molto in profondità nel tessuto. E poi ci sono un certo numero di tecniche in termini di quale direzione si va sui vari muscoli. A volte ci vai, a volte lo attraversi. A volte vai dalla fine dell'arto fino alla spalla, ea volte vai dalla spalla alle dita. Esistono diverse tecniche e ognuna delle terapie sceglie queste tecniche e le riunisce in un pacchetto diverso.

Judy:

Così, quando ricevo il massaggio, ricevo quello che chiamano massaggio del tessuto profondo, ed è molto profondo e fa male, ma in qualche modo scioglie le cose. Com'è diverso da Rolfing?

Dr. Findley:

La più grande differenza c'è l'obiettivo del trattamento. L'integrazione strutturale di Rolfing è progettata per cambiare il modo in cui ti muovi quando ti alzi dal tavolo, che è diverso dal semplice tentativo di rilassare una parte del corpo mentre sei sdraiato sul tavolo. Quindi i praticanti sono addestrati in qualche modo in modo diverso. La tecnica può sembrare simile, ed è abbastanza simile ad alcune delle altre tecniche di lavoro sul corpo, ma l'obiettivo è in realtà molto diverso.

Judy:

E poi cos'è Feldenkrais?

Dr. Findley:

Feldenkrais è un esercizio di movimento che in realtà è progettato per raggiungere alcuni dei cambiamenti simili nel movimento raggiunti da Rolfing, tranne che in questo caso non devono effettivamente metterlo sulle mani. Ti stanno solo incoraggiando a muoverti e guidandoti a muoverti secondo uno schema diverso.

Judy:

Ho anche fatto un massaggio tailandese, che è ancora diverso. In quel tipo di massaggio il terapeuta ti allunga. È quasi come la persona che fa yoga con te. Stanno muovendo il tuo corpo in modo da stare semplicemente sdraiato lì, ma in realtà ti portano in questi tipi di tratti estremi che non fanno male, e non è certamente scavare profondamente nel tuo tessuto, ma è un po 'come allungare le cose. Ho fondamentalmente ragione?

Dr. Findley:

Destra. E alcune di queste terapie in realtà, invece di limitarti ad allungarti, in realtà hanno la persona che si muove attivamente avanti e indietro un po 'mentre il terapeuta sta applicando la pressione.

Judy:

Si. Aaron LeBauer, voglio dirti, prima di tutto, che amo davvero il massaggio e mi sento un po 'un intenditore, e in realtà sento che puoi distinguere il primo momento che tocca un massaggiatore voi se quella persona è veramente buona. Dicci che cosa stai facendo esperienza come terapeuta e se riesci ad entrare nel corpo di una persona immediatamente.

Sig. LeBauer:

Destra. Sì, penso che sia tutto il tuo livello di profondità nel coinvolgere i muscoli, i tessuti e l'altra persona. C'è molto da essere, calmo e tranquillo, e quando si coinvolge l'altra persona, una sorta di collegamento con il proprio corpo e la propria energia. Penso che se quello che stai chiedendo sia come dire se il terapeuta che andrai a vedere è un bravo terapeuta, il miglior modo è il passaparola. Non puoi davvero dirlo, però.

Puoi dire non appena iniziano a toccarti, e penso che si tratti di coinvolgere l'altra persona, coinvolgere la profondità del muscolo e la barriera dei tessuti.

Judy:

Si. Penso davvero che tu possa capire subito chi è bravo o chi no. Devo dirti, ragazzi, ho fatto un massaggio terribile una volta in Irlanda da un ragazzo che non conosceva un muscolo da un altro. E io dissi: "Puoi prendere questo muscolo?" e non sapeva dove fosse. Stava lavorando così duramente che stava sudando, gocce di sudore cadevano sul mio corpo. Ho appena finito il massaggio e mi sono alzato. Di solito non vuoi mai terminare i massaggi, e questo era semplicemente orribile. È una cosa meravigliosa, ma quando è brutto è terribile.

Volevo sapere, al di là delle prove aneddotiche molto forti per il massaggio e la sua popolarità, cosa mostra effettivamente la scienza? Miguel, vuoi prenderlo? Ci sono grandi studi che dimostrano l'efficacia di diversi tipi di massaggi?

Dr. Diego:

Bene, l'intero campo della ricerca nel massaggio nel senso moderno è molto recente. E 'solo un paio di decenni fa, e c'è stata un'esplosione di studi che stanno appena iniziando a venire fuori e essere messi insieme per dare un senso a tutto questo. Una delle cose che abbiamo visto è che ci sono alcuni cambiamenti consistenti in generale su alcuni sintomi psicologici, come lo stress e l'ansia, che sono ridotti. Ci sono anche alcuni cambiamenti fisiologici come l'aumento dell'attività del sistema nervoso parasimpatico e un rilassamento negli ormoni dello stress, così come forse la produzione di endorfine e la riduzione del dolore.

E quando guardi tutti i diversi risultati, e sto solo citando alcuni di loro, sembra che il massaggio potrebbe essere di beneficio per tutto. Ma non è che il massaggio sia, ad esempio, una panacea che cura tutto ma piuttosto che agisce su certe aree del corpo che sono comuni a una serie di condizioni. Quindi, ad esempio, aumentando l'attività del sistema nervoso parasimpatico, che sta aumentando di più la risposta di rilassamento nel corpo, potresti promuovere il corpo ad avere un sistema immunitario migliore, avere uno stato mentale più rilassato, diminuire l'ansia e allo stesso tempo diminuisce la sensibilità al dolore.

Judy:

Ma questo è stato effettivamente dimostrato?

Dr. Diego:

Sì, ci sono studi che stanno già iniziando a mostrare questo. C'è una ricerca che, col passare del tempo, diventa migliore e meglio condotta e ha campioni più grandi. Ma già gli studi più piccoli stanno dimostrando che c'è una sostanziale diminuzione dei sintomi psicologici. E una delle cose interessanti che stiamo vedendo è che ciò che sembra essere importante, più che le specifiche su un tipo di trattamento o l'altro, è se c'è pressione applicata alla pelle. Perché ci sono studi che dimostrano che se si ha solo un leggero tipo di spazzolatura sulla pelle senza la pressione effettiva, non si ottiene la risposta fisiologica.

Judy:

Potrei crederci. Il mio unico altro brutto massaggio in tutta la mia vita era proprio come un leggero sfregamento della pelle. E 'stato così deludente. Non ha fatto nulla. Posso assolutamente credere che devi entrare un po 'più in profondità là dentro.

È ovvio che il massaggio è estremamente popolare. Anche a partire da 10 anni fa, secondo quello che ho letto, gli americani hanno fatto 114 milioni di visite solo in quell'anno per massaggiare terapisti. Sono molte visite Perché, dottor Findley, e poi Miguel e Aaron, perché pensi che il massaggio sia così popolare, specialmente se le prove scientifiche per l'efficacia non sono ancora del tutto?

Dr. Findley:

Bene, il massaggio è stato parte di terapie mediche per migliaia di anni. E se torni ad alcune delle tradizioni della medicina indiana e cinese, il massaggio ne fa parte integrante.

Judy:

Ma non proprio la medicina occidentale. Non ha la stessa storia nella medicina occidentale, vero?

Dr. Findley:

Giusto. La medicina occidentale ha perso la barca. Ma i pazienti occidentali non hanno perso la barca.

Judy:

Destra.

Dr. Findley:

Quindi hanno votato con i piedi e dicendo: pensiamo che questa roba funzioni, ed è per questo che continuiamo ad andare avanti.

Judy:

Miguel, sei d'accordo?

Dr. Diego:

Bene sì. In realtà era una parte molto importante della medicina occidentale in epoca greca e romana, e proprio con l'introduzione del Medioevo e dell'Inquisizione divenne molto di una parte della medicina popolare invece del normale establishment medico. Ma penso che il motivo principale per cui è un trattamento così popolare è perché, uno, si sente grande, e le controindicazioni sono quasi trascurabili. E il potenziale per ricavarne alcuni benefici sono, credo, ciò che spinge le persone a provarlo.

Judy:

Ma, Aaron LeBauer, probabilmente non funziona altrettanto bene per tutti. Conosco mio marito, lo manderei a fare massaggi e lui tornerebbe dicendo, sai, di cosa si trattava? Non ha fatto nulla per lui, mentre lo giuro. Ci devono essere persone che sono sempre più ricettivi all'intera cosa. È vero?

Sig. LeBauer:

Sì. E penso che sia un tipo di visione sociale di cosa sia il massaggio. Le persone che ottengono il massimo da esso lo considerano parte del loro benessere e dell'assistenza sanitaria. E poi hai persone che lo fanno per divertimento e per una giornata termale. La cosa più importante è che il paziente o il cliente deve essere pronto a ricevere il massaggio, oppure non ne ricava molto perché non è pronto a riceverlo.

Judy:

Noi aspetteremo. Cosa intendi con "pronto a riceverlo"? Intendi un po 'di umore per un massaggio?

Sig. LeBauer:

Devi volerlo ottenere. Se il marito di qualcuno o la moglie di qualcuno li rende un appuntamento e se ne vanno e sono piuttosto scettici al riguardo, non otterranno molti dei benefici del massaggio che otterrebbero se fosse quello che volevano fare in primo luogo perché pensavano che avrebbe aiutato loro.

Judy:

Beh, questo non lo rende un po 'come se fosse un grande effetto placebo?

Sig. LeBauer:

In un certo senso, sì. Tuttavia, non c'è molta ricerca per molte delle modalità di terapia fisica praticate oggi e ancora praticate. Non c'è sempre ricerca per ciò che funziona.

Dr. Diego:

Una delle cose interessanti con il massaggio che abbiamo visto con i neonati prematuri è che mentre questi bambini non hanno aspettative per ricevere benefici da questa terapia, in realtà mostrano grandi miglioramenti nei loro esiti di salute, compreso l'aumento di peso. Ma una delle cose che è interessante è che non vedi tutti i bambini che rispondono al massaggio su tutta la linea. Ce ne sono alcuni che rispondono bene e alcuni che non sembrano mostrare alcun beneficio. E questo potrebbe avere a che fare con forse anche alcune differenze genetiche tra di noi. Voglio dire, ci sono differenze nel livello di sensibilità al tocco che ci sono tra le persone, e alcune persone sono molto avverse al tatto. In modo che potrebbe avere qualcosa a che fare con esso.

Sig. LeBauer:

Judy, credo anche che ci sia un diverso tipo di massaggio o di lavoro sul corpo che funzionerà meglio per l'individuo. La persona potrebbe non essere nel posto giusto per loro, quindi ci sono diversi terapeuti e diversi tipi di massaggi e di lavoro sul corpo disponibili.

Judy:

Perché dovresti pensare che massaggiare delicatamente un bambino prematuro possa aiutarli ad aumentare di peso? Quale sarebbe la spiegazione teorica per questo?

Dr. Diego:

Questo è praticamente l'argomento su cui abbiamo dedicato la maggior parte del nostro tempo alla ricerca e abbiamo quasi iniziato a delineare l'intero meccanismo, dove stimolando i recettori della pelle, stai creando un aumento dell'attività del sistema nervoso parasimpatico che sei abilitato a registrare. E questo si traduce in aumenti dell'attività gastrica e nel rilascio di ormoni di assorbimento del cibo. E quando stai attraversando questa attività del sistema parasimpatico, stai passando da uno stato di combattimento o fuga a uno stato di riposo e digestione, dove puoi effettivamente prendere quei nutrienti che sono a tua disposizione e metterli in un magazzino a lungo termine. Questo è uno dei problemi principali per i neonati prematuri - che hanno un grasso corporeo molto basso e hanno bisogno di aumentare effettivamente il loro tasso di assorbimento dei nutrienti che ricevono.

Judy:

E chiunque potrebbe farlo; non deve essere la madre. Voglio dire, un'infermiera o un volontario o qualcun altro potrebbe fare il massaggio e il bambino guadagnerebbe ancora peso?

Dr. Diego:

Questo è quello che abbiamo visto. In realtà, quando abbiamo persino guardato i volontari nonni che facevano il massaggio, abbiamo visto che i volontari stanno effettivamente subendo una forte diminuzione dell'ansia causata dal massaggio sui bambini.

Judy:

I volontari ne beneficiano?

Dr. Diego:

Sì.

Judy:

Oh che bello. È fantastico. Quindi Aaron LeBauer, come massaggiatore, ti senti meglio dopo aver fatto un massaggio? Ti aiuta?

Sig. LeBauer:

Mi aiuta a dare il massaggio?

Judy:

Si.

Sig. LeBauer:

Alcuni giorni è meraviglioso. Alcuni giorni può essere drenante, ma quei giorni diventano sempre meno con la maggiore esperienza che ottengo.

Judy:

Bene, è bello sapere che è una sorta di reciproco. Forse il massaggiatore dovrebbe pagare il paziente invece del contrario.

Il dottor Findley, la maggior parte dei massaggiatori a cui ho parlato, ti dicono tutti che il massaggio agisce aumentando la circolazione ai muscoli. È vero?

Dr. Findley:

Sì, è probabile che sia vero, ma è probabile che ci siano più meccanismi di quelli coinvolti.

Judy:

Bene, se questo è vero - Aaron, questo è per te - perché il massaggio sarebbe meglio che mettere una piastra elettrica o sedere in una bella e calda Jacuzzi? Se tutto quello che stai cercando di fare è portare più sangue ai muscoli, perché massaggiare invece di una piastra elettrica?

Sig. LeBauer:

Bene, il calore può solo andare così in profondità. La piastra di riscaldamento e il calore in una vasca idromassaggio non vanno molto in profondità. Le tue mani possono andare veramente in profondità e influire sui tessuti più profondi. Ma penso, come ha detto il dottor Findley, ci sono molti più benefici da massaggiare che promuovere la circolazione.

Judy:

Va bene. Un altro beneficio che ho ricevuto da massaggiatori mi dice che presumibilmente rilascia tossine dai muscoli. Dr. Findley, ci sono davvero tutte quelle tossine che si trovano nei muscoli in ogni caso? E come, meccanicamente, massaggiare rilasciare questi?

Dr. Findley:

Per quanto ne sappiamo, le principali tossine che si trovano nei muscoli sono sottoprodotti metabolici dall'uso eccessivo del muscolo e da un sottoprodotto dello stress, e questo è davvero acido lattico.

Non sappiamo molto sui livelli microscopici delle tossine. È qualcosa che - c'è un enorme vuoto nella ricerca. Non so se, Miguel, tu abbia qualche informazione su questo, ma certamente non sono stato in grado di trovare molto su questo.

Dr. Diego:

Non abbiamo davvero studiato l'acido lattico e particolari funzioni muscolari, ma ho visto una ricerca un po 'inconcludente. In alcuni studi c'è una diminuzione dell'acido lattico dopo il massaggio e in altri non c'è. Quindi la mia sensazione istintiva è che i benefici per il recupero muscolare, per esempio, sono probabilmente da qualche altra parte, forse attraverso il rilascio di fattori di crescita stimolando effettivamente il muscolo.

Judy:

E i massaggiatori ti dicono anche che il tipo di massaggio si libera dai nodi del muscolo. Ci sono davvero nodi nei muscoli? È difficile credere che le cose siano effettivamente legate. Aaron LeBauer, c'è una cosa come un nodo nel muscolo, e come fa il massaggio a liberarsene?

Sig. LeBauer:

La mia comprensione dei nodi nei muscoli - sono chiamati cose diverse. Puoi chiamarli punti trigger. Puoi chiamarli punti stretti nella parte posteriore o nodi. Ed è un tessuto cronicamente allungato o cronicamente accorciato che sta lavorando troppo duramente per poi diventare ipossico, che ha un basso flusso di sangue, senza ossigeno. E poi prendi in giro questi nodi e loro si sentono davvero bene a fare pressione perché stimola quest'area che viene tenuta cronicamente.

Judy:

Quindi porta il sangue lì e ottiene l'ossigeno.

Sig. LeBauer:

In un certo senso porta il sangue lì. Facendo terapie come Rolfing e rilascio miofasciale, è possibile rilasciare il tessuto connettivo in quell'area e consentire più flusso di nutrienti e un rilascio di quel tessuto, e quindi lavorare in altre aree e consentire ai muscoli di non dover lavorare con la stessa intensità.

Judy:

Va bene. Bene, visto che hai sollevato l'intera questione della versione miofasciale, il dottor Findley, volevo chiederti. So che eri un organizzatore di una conferenza in arrivo a Boston sulla fascia. Penso che molta gente, almeno laici, non abbia mai nemmeno sentito parlare del termine "fascia". "Cos'è la fascia?

Dr. Findley:

Fascia è il tessuto che collega tutto nel corpo. Circonda tutte le ossa. Circonda i nervi. Circonda i vasi sanguigni. Circonda i muscoli. Ma per quelli di voi che sono mangiatori di bistecca, è il cartilagine intorno alla bistecca che non si può mangiare.

Judy:

Stavo per chiederti se è come lo strato di cartilagine. Voglio dire, se tu fossi un chirurgo e hai aperto le persone, puoi effettivamente vedere la fascia.

Dr. Findley:

Giusto. E nella maggior parte degli studi anatomici, e se guardi nei libri di anatomia, rimuovono la fascia. Non sono interessati Lo portano via e ti mostrano cos'altro c'è. Ma se dovessi portare via tutto tranne la fascia, avresti una replica esatta di tutto ciò che c'è nel corpo.

Judy:

Quindi il tessuto della fascia è spesso, o si tratta dello spessore di, diciamo, un'unghia? Quanto è grande il materiale?

Dr. Findley:

Varia a seconda di dove si trova. In alcuni punti è una membrana fibrosa molto sottile. Quelli di voi che hanno tolto la pelle da una coscia di pollo, c'è solo uno strato sottile e filmato; questa è fascia. Ma quando ci sono persone che lavorano sui tuoi piedi, c'è anche la fascia, e questa è una fascia molto spessa e resistente.

Judy:

È fatto di collagene?

Dr. Findley:

Sì, è collagene. E ci sono circa 12 diversi tipi di collagene e, a seconda della natura meccanica della fascia, c'è una diversa proporzione dello strato di collagene in ciascuna fascia.

Judy:

Bene, se è stato un po 'ignorato da questi illustratori di manuali di medicina e persino dai dottori, perché sta venendo alla ribalta adesso? Perché è importante? Cosa fa effettivamente la fascia in un corpo?

Dr. Findley:

Bene, questa è una buona domanda, e stiamo solo imparando la funzione di fascia. E forse posso dare un esempio. Ci sono un certo numero di cellule nel cervello chiamate cellule gliali, che - quando ero a scuola medica - ci hanno insegnato che sono lì solo per sostenere le cellule cerebrali. Occupano spazio

Judy:

Le cellule di colla vengono chiamate.

Dr. Findley:

Cellule gliali, giusto

Judy:

Sì, ma voglio dire, i laici li chiamano le cellule della colla.

Dr. Findley:

Destra. Le cellule della colla Bene, si scopre che effettivamente memorizzano la memoria. Si mettono in contatto con le cellule. Sono molto attivamente coinvolti nel cervello. Non sono solo seduti di nuovo in disparte, e lo sappiamo ora. E quindi penso che la stessa cosa che troveremo con le strutture fasciali è che in realtà sono molto importanti nel corpo. Per esempio, una delle scoperte che verranno presentate alla nostra conferenza è - pensiamo ai muscoli come, C'è un muscolo e una borsa di fascia e c'è un tendine a ciascuna estremità. Tirare un'estremità e si tira sull'altra. Questo non è il modo in cui esiste. Troviamo ora che se tiri un'estremità, circa la metà di quella forza si spegne lateralmente alla fascia, e solo l'altra metà va all'altro tendine all'altra estremità. Quindi la fascia forma una importante funzione portante nel corpo per trasportare le forze tra i muscoli e tra le articolazioni in modi che stiamo semplicemente comprendendo.

Judy:

Quindi deve essere pieno di tutti i tipi di segnali chimici, e deve essere una sorta di tessuto attivo.

Dr. Findley:

È corretto. È sicuramente un tessuto attivo. E questo fa parte di ciò che riguarda questa conferenza, è come le cellule reagiscono alla pressione. Come questa pressione va dalla pelle fino alle cellule e nel nucleo della cellula?

Judy:

Quindi tutti i mammiferi hanno fascia. Siamo tutti - l'evoluzione lo ha messo lì per qualche motivo. Deve essere di qualche beneficio per noi perché ce l'abbiamo tutti.

Dr. Findley:

Giusto.

Judy:

Aaron LeBauer, perché fa così male quando un massaggiatore scava nel tessuto della fascia? So che c'è una cosiddetta band di corridori, la fascia ileotibiale all'esterno delle cosce, e se fai jogging molto che diventa molto stretto e poi quando viene massaggiato fa davvero male. Perché è così doloroso?

Sig. LeBauer:

Questa è una bella domanda.

Judy:

Bene, qual è la risposta?

Sig. LeBauer:

Bene, la banda IT ha pochissimo spazio su di essa, ed è molto stretta, ed è un'area molto tenera.

Judy:

Io vedo. È come se non ci fossero molti muscoli o grassi per assorbire la pressione del massaggio.

Sig. LeBauer:

No, per niente. E poi ci sono zone che fanno male e ci sono due tipi di ferite. C'è una bella ferita e una brutta ferita.

Judy:

Penso che sia proprio vero. Ma la fascia è una specie di brutta ferita.

Sig. LeBauer:

Bene, è un bel danno se si tratta di una ferita di guarigione, se è un tocco di guarigione, se è un dolore terapeutico, quel tipo di dolore. Più di questo, se è un brutto male, non faccio quel tipo di ferita, e cerco di parlare con i miei pazienti e clienti per non lasciarmi fare un dolore dannoso a loro.

Judy:

Va bene.

Abbiamo una e-mail che è arrivata. Questa è di Jenny a San Diego. Scrive: "Rolfing fa male? Ho sentito che è molto doloroso." Dr. Findley, perché non prendi quello?

Dr. Findley:

Bene, ho avuto la mia prima sessione di Rolfing nel 1970, molti anni fa. E fa davvero male. Non c'è dubbio al riguardo. E 'stato davvero doloroso. E sono tornato per un altro perché mi piacevano i risultati.

Judy:

Quali sono stati i risultati?

Dr. Findley:

Mi sentii meglio. Potrei muovermi meglio Potevo toccare il pavimento con la punta delle dita, e quando ho finito potevo mettere le mani sul pavimento. E mi sono trasferito meglio di quello che ho avuto fino a quando ho potuto ricordare. E poi ho avuto una sessione da qualcun altro, e non mi ha fatto male affatto.

Judy:

Quindi era l'abilità del praticante che era diversa o ti sei ammorbidito?

Dr. Findley:

Aveva sviluppato una tecnica che non gli faceva molto male. E ho provato a dirle: "Devi insegnare a tutti gli altri questa tecnica". Così ormai la maggior parte delle persone che lo fanno ha imparato una tecnica leggermente diversa, e non è così dolorosa come la reputazione. Ho effettivamente avuto dei miei pazienti che si addormentano mentre sto lavorando su di loro.

Judy:

Bene, qual è in realtà la differenza? Qual è il "buon" Rolfer che fa quello doloroso che non ha fatto?

Dr. Findley:

Bene, il modo più semplice per descriverlo è se spingi abbastanza forte su un fazzoletto, si arrenderà e potrai quindi lavorarci sopra e stenderlo. Ma è molto più facile per me, ed è molto più facile per il mio paziente, se lo induco a rilassare piuttosto che sopraffarlo.

Judy:

Allora, cos'è Rolfing che fa male? Stai solo spingendo sulle cellule nervose? O quale è in realtà la causa del dolore?

Dr. Findley:

Se dovessi prendere un libro tascabile e lasciarlo cadere in un secchio d'acqua e lasciarlo asciugare, è come un mattone. Non c'è flessibilità per questo. Ma se invece separi le pagine mentre si stanno asciugando, è quasi come nuovo. E così Rolfing prende lo stesso tipo di approccio al corpo per prendere quegli strati di fascia e separarli un po 'in modo che inizino a muoversi l'uno sull'altro, e questo può essere doloroso, poiché stai essenzialmente spingendo il fluido in mezzo i due strati per separarli un po '.

Judy:

Io vedo. In realtà ho letto - e questo può sembrare un po 'insolito per te - che i ricercatori del Vermont credono che l'agopuntura funzioni davvero inviando l'energia vitale, come la chiamano i cinesi, lungo i piani fasciali del corpo. C'è qualche verità in questo?

Dr. Findley:

Bene, quel ricercatore è in realtà Helene Langevin, che arriverà al congresso della fascia. E quello che sta mostrando con l'agopuntura è che, come si ruota l'ago dell'agopuntura, si sta essenzialmente tirando sul tessuto connettivo.

Judy:

Gli aghi non vanno molto in profondità, però?

Dr. Findley:

Bene, il tessuto connettivo va ovunque nel corpo, quindi non devono andare molto in profondità per afferrare il tessuto connettivo. E quello che sta dicendo è che il tessuto connettivo è un meccanismo di segnalazione. Chi è un termine cinese che non ha alcuna definizione occidentale, quindi siamo bloccati qui tra due gruppi di lingue. Ma quello che sta dicendo è che il tessuto connettivo viene stimolato e quegli impulsi nervosi entrano nel sistema nervoso e quindi creano un cambiamento. Che è un modo occidentale di dire chi.

Judy:

Ma non abbiamo una spiegazione occidentale in termini di colpi d'ago nella fascia che rilasciano endorfine o rilasciano qualche altro neurochimico che poi atterra su un altro recettore. Non l'abbiamo ancora ottenuto meccanicamente. È giusto?

Dr. Findley:

Giusto. Non siamo ancora arrivati ​​così lontano.

Judy:

Un'altra domanda per te, dottor Findley. Ho letto che nel tuo studio hai lavorato al compianto attore Christopher Reeve. È vero? E puoi parlarne un po '? Che cosa hai fatto per lui, e ha aiutato?

Dr. Findley:

Sì, in realtà posso parlare di lui, perché in realtà mi ha riconosciuto nella sua autobiografia e l'ho spiegato un po ', così posso entrare un po' più in dettaglio. In realtà sono stato direttore di ricerca presso l'Istituto Kessler per la riabilitazione quando è entrato Christopher Reeve. E lui era sul ventilatore da un po 'di tempo. I suoi medici pensavano che ci fosse un modo per farlo fuori, ma nessuno poteva farlo. Quindi sono venuti da me e hanno detto: Potresti progettare un modo per farlo scendere dal ventilatore? Aveva pochissima funzione muscolare. Era un alto tetraplegico cervicale.

Judy:

Solo per i nostri ascoltatori, i ventilatori erano perché aveva perso il controllo dei muscoli del suo petto che gli avrebbero permesso di respirare.

Dr. Findley:

Destra. In altre parole, si è rotto il collo e la maggior parte dei muscoli al di sotto di quell'area non potevano muoversi. Poteva, comunque, muovere l'alluce, in modo che il collo non fosse completamente tagliato. Quindi c'è stato un po 'di connessione che sta attraversando. Quando l'ho visto per la prima volta e siamo riusciti a misurare quanto poteva respirare, ha potuto inalare circa 50 cc.

Judy:

Questo è molto poco.

Dr. Findley:

Questo è molto poco. È come un quarto di tazza. E siamo stati molto limitati su ciò che abbiamo potuto misurare, ma abbiamo detto, ok, almeno c'è qualcosa di commovente. Ora, quando tu ed io siamo seduti qui a respirare a riposo, respiriamo 500 cc, quindi 50 cc sono lontani dall'essere respirare.

Judy:

Destra. Non avrebbe avuto abbastanza aria in quel modo per mantenersi.

Dr. Findley:

No. No. Così ho dovuto capire come stimolare i muscoli che poteva usare e per facilitare il movimento del torace. Quindi, in sostanza, ho usato la procedura di Rolfing sia per attivare i muscoli che per rilasciare parte del tessuto connettivo attorno al suo petto in modo che potesse respirare di più.

Judy:

E presumo dal momento che era paralizzato dal fatto che ciò non avrebbe affatto danneggiato. È giusto? Non l'avrebbe sentito.

Dr. Findley:

Giusto. Giusto. Non ha avuto alcuna sensazione - in realtà, ha avuto qualche sensazione a metà petto, quindi ne ha sentito un po '. Ma no, la tecnica che stavo usando non era dolorosa.

Judy:

Quindi ha funzionato?

Dr. Findley:

Lo abbiamo preso in modo che potesse respirare da solo per 45 minuti.

Judy:

Wow. E lo attribuisci solo al massaggio o al Rolfing?

Dr. Findley:

No, abbiamo usato - voglio dire, ho usato ogni trucco nel mio libro che ho trovato per cercare di convincerlo a farlo. Ma penso che il Rolfing sia stato una parte importante nel rilassare il torace in modo che il suo muscolo molto limitato potesse spostarlo.

Judy:

Quali erano gli altri trucchi? Hai avuto la stimolazione elettrica dei muscoli?

Dr. Findley:

Non abbiamo fatto la stimolazione elettrica, ma abbiamo posizionato il suo corpo in modo che i muscoli non dovessero muoversi così tanto. I muscoli lavorano meglio a una certa lunghezza, quindi devi regolarli in modo che siano della giusta lunghezza in modo che possano muoversi al massimo in quell'abilità. E poi, ovviamente, era molto ansioso, inutile dirlo.

Judy:

Beh, certo. Si.

Dr. Findley:

Si. Quindi abbiamo dovuto affrontare l'ansia. E quando sei ansioso non riesci a respirare molto bene, quindi questo non ha aiutato.

Judy:

Giusto.

Dr. Findley:

Quindi, in pratica, abbiamo messo su un monitor del lobo auricolare per la sua tensione di ossigeno, e ho detto, "Ogni volta che sei oltre l'86% di saturazione di ossigeno stai bene, non morirai. Quindi fai quello che stai facendo e tenerlo sopra. " E con quello allora come meccanismo di feedback, potremmo andare gradualmente, sai - un minuto, due minuti, cinque minuti, dieci minuti.

Judy:

Quindi poteva vederlo.

Dr. Findley:

Poteva vederlo. Poteva vedere che doveva andare bene. E poi non si preoccupò.

Judy:

Questo mi fa interrogare sulle persone con asma. Sai, questa roba di Rolfing o il massaggio profondo sono stati in grado di aiutare le persone che non riescono a respirare a causa dell'asma?

Dr. Findley:

Sì, in realtà ci sono alcuni studi sul massaggio e terapie manuali per l'asma. Ancora una volta, non ci sono molti dati su di loro, ma ci sono alcuni studi che hanno indicato che può essere utile.

Judy:

Aaron LeBauer, lo sai - questo aiuta anche le persone con asma o difficoltà respiratorie in generale, forse l'enfisema o qualcosa del genere?

Sig. LeBauer:

Sto pensando, e so che ci sono alcuni studi che hanno dimostrato che la tua funzionalità polmonare può migliorare attraverso terapie manuali e rilascio di myofascia. Migliorerà il tuo volume polmonare, ma soprattutto per aprire i polmoni e la postura. Ma con l'asma e altre malattie croniche ostruttive, stai respirando con i tuoi muscoli accessori, e poi la gabbia toracica può bloccarsi. E se riesci a sbloccare la gabbia toracica e consentire alle costole di espandersi di più e ottenere il diaframma in una posizione migliore in modo che funzioni in modo più efficiente, puoi certamente aiutare le persone a respirare più a fondo.

Judy:

Miguel Diego, cosa sappiamo del massaggio per le persone con stanchezza cronica? Abbiamo appena fatto uno show di recente su questo, e ovviamente questo riguarda molte persone. C'è qualche prova che qualcuno di quei massaggi terapeutici lavori per quello?

Dr. Diego:

Che io sappia, c'è stato solo un piccolo studio che ha esaminato il massaggio per l'affaticamento cronico, e c'è stato qualche miglioramento in alcuni dei sintomi associati, tra cui l'affaticamento psicologico e minore e stati fisici migliori. Ma è ancora un'area che ha bisogno di avere molte più ricerche condotte. Ci sono alcuni studi che hanno esaminato altre condizioni croniche, come le condizioni di dolore cronico, e sembrano mostrare che il massaggio ha un beneficio per quelle condizioni. Ma è ancora un'area molto giovane.

Judy:

Sì, posso immaginare. So che c'era un caso abbastanza famoso di un pianista, Leon Fleischer, che ha dovuto smettere di suonare dopo una carriera davvero terrificante, per 30 anni, e quindi a quanto pare è stato in grado di riprendere a suonare. Dr. Findley, era Rolfing che lo aiutava o erano iniezioni di botulismo? Che ne sai a riguardo? La sua condizione, immagino, era distonia. Per prima cosa, dicci cosa è e cosa pensi che lo abbia fatto meglio.

Dr. Findley:

La distonia comprende un numero di condizioni che vengono raggruppate nello stesso termine. E la distonia significa solo che il muscolo ha più tono che dovrebbe. Nel suo caso era locale, solo un braccio, non era su tutto il corpo. Era solo un braccio che era distonico. A volte lo vedi con qualcuno che ha un gesto del viso come un tic, e nel suo caso, piuttosto che una contrazione occasionale, il muscolo è stato costantemente contratto.

Judy:

Un po 'come uno spasmo di qualche tipo?

Dr. Findley:

Un po 'come uno spasmo che non si è mai arreso, sì. Immagina di avere un cavallo charley che non si arrende; ecco cosa stava facendo il suo braccio.

Judy:

Deve far male.

Dr. Findley:

Si. Quindi, dopo averlo fatto per un po ', ci sono ovviamente più cambiamenti nel muscolo e nel tessuto connettivo, così che anche se si rilassasse, il braccio non sarebbe normale.

Judy:

Io vedo.

Dr. Findley:

Così ha finito per andare a un Rolfer per un numero molto grande di sessioni. Penso che stiamo parlando di oltre un centinaio di sessioni per cercare di ottenere che il tessuto si allenti in modo che possa iniziare a muoversi. E poi ha ricevuto le iniezioni di Botox, che in realtà bloccavano alcuni degli impulsi nervosi nel muscolo, così che anche mentre il cervello sta cercando di dire al muscolo di contrarsi, il muscolo non si contrarrà abbastanza forte. Quindi, tra loro due, è stato in grado di allentare la mano abbastanza da poter poi suonare pezzi a due mani.

Judy:

È stupefacente. È assolutamente incredibile. In realtà abbiamo un sacco di ascoltatori con malattie croniche, tra cui la SM, la sclerosi multipla. Aaron e Miguel, quali sono i sintomi della SM potrebbe aiutare con massaggio? E conosci qualche prova reale per questo? Il massaggio aiuta con la SM?

Dr. Diego:

Sarebbe sicuramente di aiuto con alcuni dei sintomi associati alla qualità della vita prendendosi cura di alcune delle cose psicologiche che accompagnano la SM, come la depressione. E potrebbe alleviare forse parte del dolore e forse anche migliorare alcuni aspetti del funzionamento.

Judy:

E ci sono prove concrete per questo?

Dr. Diego:

Penso che sia ancora molto limitato. Il problema è stato che ci sono stati finanziamenti molto limitati per la ricerca sul massaggio. Ed è per questo che vediamo un tale vuoto nella nostra conoscenza di quest'area.

Judy:

Sì, è davvero un peccato. Aaron, vuoi aggiungere qualcosa a questo?

Sig. LeBauer:

Sicuro. Ho curato un paziente con SM circa un anno e mezzo fa che era costretto su una sedia a rotelle. E una volta che sei legato alla sedia a rotelle, ti trovi nella stessa posizione per la maggior parte della giornata, quindi ci sono un sacco di cose, dal punto di vista del comfort e del dolore, associate al fatto di rimanere bloccati in una posizione. E poiché i muscoli, le articolazioni e le ossa non si muovono più, la fascia può essere fissata verso il basso, quindi solo sbloccarne alcuni può fornire più movimento, più sollievo dal dolore dei sintomi secondariamente associati di non essere in grado di muoversi attraverso una gamma completa di movimento .

Judy:

Voglio chiederti tutto sui pazienti affetti da cancro, non solo usare il massaggio per alleviare l'ansia e la depressione, tanto importante quanto lo è, ma per una condizione chiamata linfedema, che colpisce spesso le donne che hanno avuto un cancro al seno e che hanno avuto tutto o quasi i loro linfonodi sotto le ascelle rimossi. Spesso finiscono con un braccio molto gonfio su quel lato e una sorta di liquido linfatico stagnante. Che cosa fa il massaggio per quello ed è un tipo specifico di massaggio? Dr. Findley, vuoi iniziare con quello?

Dr. Findley:

C'è in realtà un massaggio molto specifico per alleviare il linfedema che fondamentalmente inizia alla fine dell'estremità e essenzialmente spinge il fluido verso il cuore.

Judy:

Quindi lo fai schiacciare?

Dr. Findley:

Sì, è giusto.

Judy:

E cosa fa in realtà?

Dr. Findley:

Bene, il modo in cui i nostri corpi sono progettati, i vasi sanguigni, le arterie, portano fuori il sangue e poi torna nelle vene, ma perdono. Quindi il liquido fuoriesce sia dai vasi sanguigni che dalle vene nello spazio extracellulare. E quel fluido poi si muove attraverso lo spazio linfatico, e c'è un intero sistema circolatorio che poi lo mette nella vena cava superiore dove scorre la linfa.

Judy:

È un po 'come una seconda circolazione.

Dr. Findley:

Si. Non sappiamo troppo su quali sono i poteri della linfa, ma in genere pensiamo che siano le contrazioni muscolari. Sappiamo che manda sangue nelle vene e probabilmente manda anche il fluido linfatico in modo che, man mano che si esercita pressione, la direzione vada in una direzione, ma non torna indietro. Quindi questa è l'idea alla base del tipo speciale di massaggio per il linfedema, è la pressione sull'estremità esterna del braccio e stai gradualmente spingendo il fluido verso l'alto, e non tornerà alla fine delle estremità.

Judy:

È molto interessante. Miguel, che dire per le persone con HIV? conosci qualche dato sul fatto che il massaggio aiuti, non solo con materiale psicologico ma con uno qualsiasi dei parametri immunitari?

Dr. Diego:

Che io sappia, ci sono stati tre studi, in realtà forse quattro studi che hanno esaminato le persone con HIV, e ci sono stati un paio di studi con altre popolazioni di immunodeficienza, come i sopravvissuti al cancro al seno. E una delle cose che hanno visto è che c'è qualche miglioramento su misure come il conteggio dei linfociti CD4. Sembra che alcuni degli effetti del massaggio abbiano a che fare con la stimolazione di una cascata di eventi che potrebbero comportare una riduzione dei livelli di ormone dello stress che tendono ad avere un effetto negativo sul nostro sistema immunitario. Quindi in questo modo possono effettivamente aumentare la funzione immunitaria in persone con deficienza immunitaria.

Judy:

Va bene. E che dire - ancora una volta, per te, Miguel - c'è qualche ricerca sul massaggio per condizioni come la fibromialgia o l'emicrania o l'artrite reumatoide giovanile?

Dr. Diego:

Sì. Ci sono stati pochissimi studi, ma tutti sottolineano una riduzione del dolore. E la riduzione del dolore potrebbe derivare da diversi fattori. Potrebbe essere semplice come il meccanismo del calibro del dolore, in cui la sensazione di tatto che viene somministrata dal massaggio è in competizione con i segnali del dolore, quindi impedisce al dolore di andare al cervello. Oppure potrebbe venire dal rilascio degli antidolorifici naturali nel tuo corpo, che sono le endorfine, o forse attraverso altri meccanismi. E c'è qualche evidenza che c'è un aumento di endorfine quando si fa il massaggio, e forse qualche prova anatomica che mostra che le fibre che sarebbero stimolate dal massaggio - normalmente, i recettori di pressione - sarebbero effettivamente in grado di scavalcare il segnale dal nocicettori, che sono i recettori del dolore.

Judy:

Si. Questo è per tutti voi o qualcuno di voi - ci sono momenti in cui le persone non dovrebbero ricevere massaggi? Ad esempio, se ti stai solo raffreddando o se hai qualche altra infezione attiva, il massaggio in quelle condizioni potrebbe effettivamente peggiorare la situazione? Dr. Findley, vuoi iniziare?

Dr. Findley:

Beh, fondamentalmente se hai un'infezione in un'area probabilmente non vuoi spingerci sopra, spostando l'infezione. Ma lavorarci vicino per migliorare la circolazione è probabilmente una buona idea. E se hai un osso rotto probabilmente non vuoi muoverlo. Ma oltre a questo, al di là di quelle cose davvero ovvie, è un po 'come la zuppa di pollo. È buono per quasi tutto.

Judy:

Va bene. Sicuramente è meraviglioso sentirti parlare tutti e, dalla mia esperienza personale, posso sicuramente confermarlo. Siamo solo fuori dal tempo. Dr. Thomas Findley, qualche ultima idea che vorresti lasciarci con stasera?

Dr. Findley:

Beh, immagino che dovrei dirti di uscire e trovare il tuo massaggiatore locale e divertirti.

Judy:

Questo è un grande pensiero di separazione. Aaron LeBauer, e tu? Cosa diresti alla gente?

Sig. LeBauer:

Vorrei solo dire che il massaggio non solo ti fa sentire bene, fa bene anche a te.

Judy:

È fantastico. E Miguel Diego, qual è il tuo pensiero finale?

Dr. Diego:

Bene, sicuramente ci sono molti benefici che stanno diventando chiari quando iniziamo a vedere alcuni dei risultati della ricerca. E per di più, hai una tecnica che davvero non puoi battere la sensazione e la sensazione che ne provi. Quindi non c'è davvero alcun motivo per non andare avanti e ottenere un massaggio.

Judy:

Bene, abbiamo parlato stasera dei benefici psicologici e dei benefici fisici e fondamentalmente della quasi virtuale assenza di danno dal massaggio. È essenzialmente buono per ciò che ti affligge. E sembra, da quello che hai detto tutti, che la medicina occidentale sta finalmente cercando di raggiungerla.

Vorrei ringraziare tutti i miei ospiti stasera. E vorrei ringraziare te, gli ascoltatori, per esserti unito a noi. Fino alla prossima settimana, sono Judy Foreman. Buona notte.

Il potere curativo della terapia del tocco
Categoria Di Problemi Medici: Suggerimenti