Studio collega pranzi sani a prestazioni accademiche


Salute E Medicina Video: The Rich in America: Power, Control, Wealth and the Elite Upper Class in the United States (Agosto 2018).



Il cibo nelle confezioni per il pranzo di tuo figlio influisce sui voti? Sì, dice uno studio di Arthur Agatston, MD, creatore della South Beach Diet.

Quando guidava il cardiologo di prevenzione, il dottor Arthur Agatston e il suo team di Miami hanno iniziato a monitorare gli studenti elementari che partecipavano a un programma di prevenzione dell'obesità, il loro obiettivo era semplice. "Volevamo dimostrare che il buon cibo era buono per i ", dice Agatston. "E loro lo mangerebbero."

Agatston, che è anche esperto di salute del cuore di Doctor's Ask, è da tempo un sostenitore vocale per scelte di vita più sane. Scrive e tiene numerose conferenze, ed è probabilmente meglio conosciuto per la sua South Beach Diet, che ha originariamente ideato come un modo per aiutare i suoi pazienti cardiopatici e diabetici a perdere peso per prevenire infarti e ictus. Nel 2004, ha fondato la Agatston Research Foundation, che ora conduce e finanzia ricerche originali su dieta, salute cardiaca e prevenzione delle malattie.

Questo particolare progetto, chiamato "Opzioni più salutari per gli scolari pubblici", o il programma HOPS in breve, è stato specificamente progettato per testare la fattibilità di introdurre un programma di gestione olistica della nutrizione e dello stile di vita sano a livello elementare nella Florida centrale. In qualità di co-principale investigatore di HOPS, Agatston ha rivelato i risultati della riunione dell'Obsity Society dell'ottobre 2008. In breve, lo studio HOPS della durata di due anni ha rilevato che i bambini che mangiavano cibi sani e di alta qualità, pranzi e spuntini - invece del tipico cibo della mensa - non solo avevano una pressione sanguigna più bassa e avevano meno probabilità di essere sovrappeso, ma anche segnato significativamente meglio su test standardizzati, soprattutto in matematica.

Di particolare interesse per i ricercatori è stato il fatto che i 1.197 studenti che hanno partecipato tutti provenivano da famiglie con redditi bassi. "La ricerca dimostra che possiamo fare una differenza qualitativa nella vita dei bambini attraverso programmi collaudati, efficaci e facilmente replicabili come HOPS", afferma Agatston, che recentemente ha collaborato con l'Università della Pennsylvania per l'Agatston Urban Nutrition Initiative, un multi programma di salute e benessere sfaccettato che serve aree urbane depresse.

Insegnare ai bambini la nutrizione

Compilare queste informazioni non era semplice come scambiare il pane bianco per il grano intero. Gli organizzatori degli studi dovevano cambiare ciò che veniva servito nella caffetteria della scuola e poi dovevano vendere loro stessi i bambini perché i erano migliori. I giovani dovevano effettivamente preferire cibi più sani a cibi come patatine fritte e crocchette di pollo.

Per aiutare a superare lo scetticismo iniziale dei bambini oltre a pranzi scolastici sani, il team ha avviato un programma educativo completo, completo di raduni di pep dove i bambini hanno applaudito per fibre e broccoli e libri accattivanti che insegnavano i principi di base della nutrizione in modo spensierato. "Il pezzo educativo è stato fondamentale: abbiamo scoperto che se non mettevi il cibo nei piatti del bambino senza alcuna spiegazione, semplicemente non lo mangiano", dice Agatston, professore associato di medicina presso l'Università di Miami Miller School of Medicine, il cui interesse per la nutrizione scaturisce dai disastrosi effetti sulla salute della tipica dieta americana. "Integrando intenzionalmente la fornitura di pasti scolastici con una divertente ed efficace educazione alimentare, abbiamo creato un modello facile da replicare".

Saggiamente, i bambini non sono stati messi a dieta, e il focus del programma non era sul peso corporeo. "Non abbiamo assolutamente mai usato la parola dieta ", dice. "Riguarda la nutrizione e la salute, sento fortemente che i bambini non devono stare a dieta, quando fanno scelte alimentari e fanno più esercizio fisico, il peso si prenderà cura di se stesso".

Agatston inoltre non attribuisce alcun particolare cibo per aiutare i bambini a fare meglio a scuola. Invece, afferma, i livelli equilibrati di zucchero nel sangue provenienti dagli alimenti più sani hanno fornito un'energia sostenuta che ha portato a migliorare le prestazioni accademiche. "Basta chiedere a qualsiasi insegnante e lei te lo dirà", dice. "Dopo il consueto pranzo, la maggior parte degli studenti è in crisi di zucchero, seguita da un incidente".

In effetti, la maggior parte dei bambini in America sono sovralimentati ma sottonutriti, sostiene Agatston. "I bambini di oggi stanno consumando una dieta quasi all-fast-food, piena di grassi trans, amidi e zuccheri, con letteralmente nessuna fibra o sostanze nutritive", spiega. "I nutrienti si trovano nella pelle di frutta e verdura, dove si trova la fibra, e le vitamine si trovano nei cereali integrali: quando togli il grano intero dal pane e togli la frutta e la fibra dai frutti, sei rimasto con solo calorie vuote. "

E un multivitaminico non può supplire a scelte sbagliate: "Dieci anni fa pensavamo che potesse", dice Agatston, "ma ora sappiamo che ci sono migliaia di micronutrienti negli alimenti come i broccoli e gli asparagi Non abbiamo capito come Metti quelli in una pillola. "

Cibo migliore nelle scuole

Agatston dice che sapeva di aver avuto successo quando i bambini dello studio andavano alla scuola media e ha chiesto alla caffetteria dove erano le scelte di HOPS. "Si sono resi conto che si sentono meglio e fanno meglio ora", dice. "E che stanno facendo ciò che è buono per loro."

In effetti, fare in modo che i bambini accettassero una dieta più sana era la parte più facile dell'equazione. La vera sfida è stata superare lo scetticismo e la resistenza dei funzionari scolastici e dei venditori di cibo. Il team di Agatston ha dovuto convincerli che era possibile offrire cibo economico e ricco di nutrimento. "La burocrazia e la logistica di esso - non portare i bambini a mangiare il cibo - è stato l'ostacolo più grande", dice.

Oggi, Agatston ei suoi colleghi ricercatori sperano che il successo che hanno avuto con il programma HOPS - e in particolare con il suo effetto sull'aumento delle prestazioni accademiche - incoraggerà i funzionari scolastici a livello nazionale a riconsiderare quello che stanno servendo nelle loro mense. E se lo fanno, Agatston sarà un passo avanti verso il raggiungimento del suo obiettivo di cambiare il modo in cui gli americani mangiano per il meglio.

Studio collega pranzi sani a prestazioni accademiche

Categoria Di Problemi Medici: Suggerimenti