Le diete a basso contenuto di carboidrati possono aumentare il rischio cardiaco, i risultati dello studio

Salute E Medicina Video: Come iniziare con successo la palestra - Dr. Filippo Ongaro (Dicembre 2018).

Anonim

Contrariamente alla saggezza popolare, riempire le proteine ​​e tagliare i carboidrati può aumentare il colesterolo e il peso a lungo termine.

LUNEDI, 11 giugno 2012 - Gli amanti del pane, rallegratevi: c'è ancora un altro motivo per saltare una dieta a basso contenuto di carboidrati, ricca di proteine ​​e ricca di grassi.

Mangiare più grassi e proteine ​​e meno carboidrati potrebbe portare ad un aumento del e del rischio di malattie cardiovascolari, uno studio di 25 anni su 140.000 adulti svedesi trovati.

Uno sforzo per mangiare a basso contenuto di carboidrati non ha migliorato l'indice di massa corporea (BMI) del partecipante allo studio, sia: Dopo l'aggiustamento per la popolazione di studio di invecchiamento, i ricercatori hanno trovato un BMI effettivamente aumentato nel corso dello studio, anche se i partecipanti hanno cercato di mangiare più sano Alimenti.

"Mentre le diete povere di carboidrati / ad alto contenuto di grassi possono aiutare la perdita di peso a breve termine", ha ammonito il ricercatore Ingegerd Johansson, PhD, in un comunicato, "questi risultati … dimostrano che la perdita di peso a lungo termine non viene mantenuta e che questa dieta aumenta colesterolo nel sangue che ha un forte impatto sul rischio di malattie cardiovascolari. "

Lo studio, pubblicato su Nutrition Journal, ha tracciato i risultati di uno sforzo regionale e nazionale per ridurre l'assunzione di grassi e migliorare la salute cardiaca degli adulti che vivono nella Svezia settentrionale. Il Västerbotten Intervention Program (VIP) - che comprendeva una spinta per una migliore etichettatura dei prodotti alimentari, informazioni nutrizionali, dimostrazioni culinarie, esami sanitari e counseling - è iniziato nel 1985 dopo che i funzionari sanitari svedesi hanno notato che i tassi di malattie cardiache erano più alti nella Svezia settentrionale e per uomini, tra i più alti del mondo.

Nei primi anni del programma, i ricercatori dell'Università di Umeå, l'Università di Göteborg e il National Board of Welfare, hanno visto che era efficace nel ridurre l'assunzione di grassi dei partecipanti. Nel 1992, gli uomini stavano mangiando il 3% in meno di grassi e le donne il 4% in meno e quelle percentuali rimasero stabili fino al 2005. Anche i tipi di grassi consumati cambiarono, ad esempio dal burro agli scarti vegetali a basso contenuto di grassi. Ciò ha provocato una diminuzione continua dei livelli di colesterolo malsano. L'uso auto-segnalato di è diminuito dell'1% durante questo periodo.

Ma nel 2005, quando la mania low-carb ha spazzato il mondo della dieta, i livelli di grassi totali e saturi hanno cominciato a insinuarsi, per poi tornare ai livelli pre-VIP. Il consumo di salutari del cuore - cibi a basso indice glicemico, come pasta integrale, patate dolci e lenticchie - è diminuito. Il consumo di vino è aumentato costantemente per i partecipanti allo studio, in particolare le donne, che i ricercatori ritengono abbiano contribuito al colesterolo globale e ai livelli di BMI nel corso del tempo.

Il più alto indice di massa corporea e livelli di colesterolo - oltre ai rischi cardiaci associati - portano i ricercatori a concludere che una dieta a basso contenuto di carboidrati potrebbe non essere la scelta migliore per la salute del cuore.

La verità sulle diete a basso contenuto di carboidrati

Grazie alla popolarità delle diete Atkins e South Beach nei primi anni 2000 (2000+), esiste confusione circa i vantaggi e le insidie ​​dei carboidrati. Sebbene molti esperti concordino sul fatto che cibi "bianchi", come farina bianca, riso bianco e zucchero raffinato, dovrebbero essere evitati per una salute ottimale, i carboidrati complessi, come cereali integrali, noci, legumi e fagioli, sono più che giusti per un dieta sana per il cuore e dimagrante.

Salvo diversa indicazione da parte di un medico, la maggior parte delle persone dovrebbe mirare a mangiare da 6 a 8 once di cereali ogni giorno, raccomanda il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti. Almeno 4 once dovrebbero essere cereali integrali. Inoltre, l'USDA raccomanda di mangiare noci, semi e legumi (tutti i carboidrati complessi) da quattro a cinque volte alla settimana.

Quando si tratta di mangiare per la salute del cuore, gli esperti raccomandano di evitare il grasso saturo che si trova nei tagli grassi di carne, cibi fritti e latte intero. Uova, , avocado, noci, pesce e pollame sono tutti esempi di grassi salutari per il cuore. Se stai cercando di mantenere il tuo peso e la salute del cuore nel tempo, mangiare una dieta ricca di frutta e verdura ed esercitare moderatamente è la chiave.

Per ulteriori notizie su fitness, dieta e perdita di peso, segui @weightloss su Twitter dagli editori di @EverydayHealth.

Le diete a basso contenuto di carboidrati possono aumentare il rischio cardiaco, i risultati dello studio
Categoria Di Problemi Medici: Nutrizione