Nuove linee guida Mettere a fuoco sulla carenza di vitamina D

Salute E Medicina Video: Tratamientos naturales para vértigos y mareos por Adolfo Pérez Agustí (Settembre 2018).

Anonim

La società endocrina raccomanda lo screening di routine per le persone considerate ad alto rischio.

MERCOLEDÌ, 8 giugno (DoctorsAsk News) - Da tempo si sa che ottenere una quantità sufficiente di vitamina D è fondamentale per la salute delle ossa, tuttavia la carenza di vitamina D rimane un problema di salute comune, dicono gli esperti.

Secondo la Società Endocrina, pochissimi alimenti contengono o sono fortificati con vitamina D, e la luce solare è una delle migliori fonti di nutrienti.

Le persone che non assumono abbastanza vitamina D sono a rischio di anomalie del metabolismo del, del fosforo e dell'osso, che possono portare a numerose malattie, tra cui l'osteoporosi. I bambini con una carenza di possono anche sviluppare deformità scheletriche note come rachitismo, gli esperti hanno sottolineato in un comunicato stampa della società.

"La carenza di vitamina D è molto comune in tutte le fasce di età ed è importante che i medici e gli operatori sanitari abbiano le migliori raccomandazioni basate sull'evidenza per valutare, curare e prevenire il deficit di vitamina D nei pazienti a più alto rischio", Dr. Michael F Holick, della Boston University School of Medicine, ha dichiarato nel comunicato stampa. Holick presiede una task force che ha creato le nuove linee guida sulla pratica clinica della società pubblicate nel numero di luglio del Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism .

La Società Endocrina ha emanato le linee guida in risposta ai possibili rischi per la salute associati alla carenza di vitamina D. Tra le raccomandazioni del gruppo:

  • Le persone considerate ad alto rischio dovrebbero essere regolarmente sottoposte a screening per la carenza di vitamina D.
  • Le persone a cui viene diagnosticata una carenza di vitamina D devono essere trattate con un supplemento di vitamina D2 o vitamina D3.

Per massimizzare la salute delle ossa e la funzione muscolare, le persone considerate ad alto rischio di carenza dovrebbero attenersi alle seguenti linee guida per l'assunzione di vitamina D a dieta:

  • I neonati fino a 12 mesi di età richiedono almeno 400 unità internazionali (UI) al giorno.
  • I bambini di età superiore a 1 anno e gli adulti da 19 a 70 anni, comprese le donne in gravidanza e in allattamento, dovrebbero consumare almeno 600 UI al giorno.
  • Le persone di età superiore ai 70 anni dovrebbero ottenere un minimo di 800 IU al giorno.

La task force ha sottolineato che al fine di aumentare il livello ematico di vitamina D costantemente sopra i 30 nanogrammi per millilitro, può essere necessario un apporto significativamente maggiore di vitamina D. Il gruppo ha anche osservato che lo screening con vitamina D non è necessario per le persone che non sono considerate a rischio per il deficit. E, ha detto che non ci sono prove a sostegno dell'uso di supplementi di vitamina D per benefici diversi dalla salute delle ossa.

Nuove linee guida Mettere a fuoco sulla carenza di vitamina D
Categoria Di Problemi Medici: Nutrizione